foto di Simone Cerulli, SutriDiscovery.it "Immagine offerta dal Portale Turistico Territoriale Sutri Discovery"

Il secondo recital pianistico del Beethoven Festival Sutri, Domenica 14 luglio ore 18.30 (Chiesa di san Francesco), è affidato al talentuoso pianista Matteo Biscetti con un programma molto interessante dal titolo “ Il pianoforte, tra l’appassionato e il descrittivo”. Concertista acclamato, Biscetti nella prima parte eseguirà la sonata n. 23 in Fa minore op. 57 comunemente chiamata Appassionata, composta da Ludwig van Beethoven tra l’estate del 1804 e i primi mesi dell’anno successivo.  La “più beethoveniana delle Sonate di Beethoven” era la Sonata a lui preferita, almeno fino all’op. 106, ed è stata considerata a lungo il capolavoro più rappresentativo del suo periodo eroico, il culmine di un trittico aperto dalle Sonate Patetica e Al chiaro di luna. La seconda parte sarà dedicata a “Quadri di un’esposizione”, la più rilevante delle composizioni per pianoforte di Musorgskij nonchè uno dei più originali capolavori della letteratura musicale del secolo scorso. Come è spiegato in un’annotazione riportata sulla prima pagina dell’edizione originale, la composizione onora la memoria dell’amico architetto e pittore Viktor Hartmann, ispirandosi ad una serie di sue opere esposte a Pietroburgo. È un percorso ideale in cui si alternano una serie di pezzi, ognuno dei quali porta il titolo originale del quadro che lo ha ispirato (quadri) con brevi episodi musicali che indicano lo spostamento del visitatore da una sala all’altra (Promenade).

Matteo Biscetti Si è diplomato nel 2008 con Lode in Pianoforte presso il Conservatorio G.da Venosa di Potenza con il M. Massimo Demetrio Trotta e laureato nel 2012 in Discipline Musicali ad indirizzo Pianoforte Solistico con il massimo dei voti e la Lode presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali G. Briccialdi di Terni con il M. Carlo Guaitoli. Ha inoltre conseguito nel 2011 il Diploma di Alto Perfezionamento Pianistico presso l’Accademia Musicale di Firenze con il M. Pier Narciso Masi. Ha frequentato corsi e master di alto perfezionamento pianistico con Maestri del calibro di Sergio Perticaroli, Alexander Lonquich, Roberto Plano, Jerome Rose, Anna Kravtchenko, Benedetto Lupo, Bruno Canino, Enrica Ciccarelli, Daniel Rivera, Andrée Darras. E’ risultato vincitore di oltre 40 premi in concorsi pianistici nazionali e internazionali. Recentemente è risultato finalista del Concorso Pianistico Internazionale Città di Caraglio e semifinalista del Concorso Internazionale per Pianoforte e Orchestra Città di Cantù. Svolge intensa attività concertistica come pianista solista, camerista e solista con orchestra nell’ambito di diverse programmazioni artistiche organizzate da importanti istituzioni musicali tra le quali: La Società dei Concerti di Milano, Filarmonica Umbra, Palazzo Panciatichi sede della Regione Toscana a Firenze, Teatro Palladium Roma, Tuscia Operafestival, Teatro Keiros Roma, Università degli Studi della Tuscia, Festival I Bemolli sono Blu. Nel 2012 ha conseguito il Diploma di perfezionamento musicale presso il C.E.T. di Mogol.È docente di Pianoforte presso il Liceo Musicale S. Rosa da Viterbo.

 

Per informazioni più dettagliate sui programmi e sulla biglietteria si invita a consultare il sito ufficiale della manifestazione www.beethovenfestivalsutri.com.

Commenta con il tuo account Facebook