Sgarbi
“Cari cittadini e cittadine, in quest’ultimo periodo sono stato poco presente perché impegnato a preparare la stagione delle mostre 2020 per la nostra città, la nostra bella e amata città. Mostre che prevedono opere di Giotto, Boldini, Pasolini, ma che purtroppo abbiamo dovuto rinviare per l’emergenza sanitaria.
Non vi ho abbandonati, – afferma il sindaco di Sutri, Vittorio Sgarbi, – sono in contatto tutti i giorni con il vicesindaco e la maggioranza, che silenziosamente stanno affrontando i tanti problemi della città a partire dalle diverse emergenze.
Mi fido di loro e so che mi rappresentano al meglio. Presto tornerò tra voi, perché a Sutri c’è molto da fare e voglio lasciarla solo dopo aver impresso una traccia positiva e riconoscibile del mio passaggio.
La mia assenza prolungata di questo periodo è dovuta anche al fatto che sono sempre in giro, anche nelle zone più a rischio, e con senso di responsabilità non vorrei rischiare, proprio nella immune Sutri, di essere veicolo inconsapevole di trasmissione del virus. Questo messaggio vuole farvi sentire la mia vicinanza in un momento difficile, che ha ed avrà effetti negativi sulla salute di molti ma anche sull’economia della nazione e della nostra amata città.
Noi ci impegneremo, come già stiamo facendo, per esservi di aiuto e di sostegno, spero anche economico.
Il turismo, su cui io ho scommesso, oggi è umiliato, per l’insipienza di chi ci ha mostrato al mondo come appestati.
Ne usciremo. Tornerò presto.
Non vi lasceremo soli e insieme vinceremo questa sfida”.