Lillo Di Mauro
Lillo Di Mauro

SUTRI “Per Sutri sono stati, questi ultimi anni lunghi e difficili. La nostra città ne esce stanca con più paure e incertezze di prima. L’azione amministrativa di questi ultimi venti anni si è esaurita serve un nuovo corso, nuove energie, visioni diverse più vicine alle esigenze e alle sfide dell’attualità.

Le considerazioni sullo stato di salute della città le lasciamo ai cittadini che da soli sanno valutare quanto è stato fatto dalle amministrazioni. Che si sono succedute in questi anni e quanto non fatto. E’ oggi più che mai necessaria una nuova fase politica e amministrativa ispirata al senso di responsabilità istituzionale e del rinnovamento generazionale.

E’ necessario che i sutrini abbiano l’opportunità di un’alternativa credibile e forte che non sia frutto di alchimie politiche tra gruppi e partiti. Ma l’espressione pura della società civile e noi è su questo che ci siamo impegnati cercando di far coincidere competenza, onestà, coerenza e determinazione. E soprattutto creando una nuova classe dirigente che possa garantire un futuro certo alla città.

Gli altri, le altre liste che ancora non sappiamo quante siano e quali siano, stanno, a pochi giorni dalla scadenza della presentazione, ancora annaspando, contrattando, tentando di superare veti incrociati senza avere un’idea di città, uno straccio di programma ma solo la lotta alla candidatura ed ai ruoli. La venuta del prof. Sgarbi aveva ad alcuni offerto l’opportunità di uscire dall’angolo. Ma pare che anche questo tentativo sia fallito e allora crediamo sia tempo che prendano atto della loro inadeguatezza ad affrontare con successo la delicata, difficile e grave situazione della nostra città.

SUTRI COSÌ NON CE LA FA! Non ce la può fare se non interveniamo presto con azioni programmatiche serie che tengano conto delle reali necessità dei cittadini, dei commercianti e imprenditori. Nonché dei bisogni sociali e culturali, dei giovani e degli anziani, dei cittadini che vivono nelle lottizzazioni.

La gente ha bisogno di azioni concrete che risolvano i mille problemi che vivono quotidianamente a partire dalla raccolta differenziata dei rifiuti, dalla ripresa economica attraverso serie politiche di sviluppo del turismo e dell’agricoltura, dal sostegno ai più deboli. I cittadini hanno bisogno di non sentirsi abbandonati perché alcuni vivono drammi privati che richiedono il sostegno e l’attenzione da parte di chi si prende l’impegno di amministrare una città. Come si fa a non accorgersi di questo? I

cittadini non hanno bisogno di taumaturghi che calano dall’alto con ricette da fiabiland. Ma di sostegno, ascolto e vicinanza in questo momento di difficoltà economiche, di smarrimento, di paura e noi questo faremo saremo vicini ai più deboli e soli, daremo risposte alle loro esigenze, promuoveremo sviluppo sostenibile, renderemo bella la nostra città. Non solo esteticamente ma anche perché la trasformeremo in una città solidale e coesa, abitata da una comunità che si aiuta e si ama.

Noi crediamo che Sutri meriti un’amministrazione nuova che si impegni seriamente nella formulazione e approvazione di alcune riforme essenziali a partire da un piano per il suo rilancio economico, sociale e culturale. Uno sviluppo che, attraverso l’educazione ai cittadini, si basi sull’eliminazione degli sprechi, sul recupero e il riutilizzo dei beni, sulla cura della città e del suo territorio, sul senso del limite e della sobrietà.

I componenti della lista civica “SUTRI”, hanno competenze e visioni che consentiranno di realizzare un programma ambizioso, consapevoli del contesto generale in cui andremo ad operare. I componenti della nostra lista hanno in comune tratti di umanità, sensibilità, capacità di ascolto, coesione. Persone capaci di tendere la mano e di saper riconoscere i bisogni reali dei cittadini.

Ben volentieri ci confronteremmo con gli altri candidati e proprio per questo troviamo umiliante per la città che non abbiano ancora presentato una lista e un programma serio e concreto da sottoporre agli elettori. Lasciarsi per poi riprendersi, avvicinarsi e allontanarsi continuamente non sembra proprio un bel progetto per la città e una garanzia per i nostri concittadini. E la dice lunga su quali siano i giochi fatti sulle spalle di chi invece vorrebbe un cambiamento reale e una svolta decisa ed energica. Siamo e rimaniamo l’unica possibilità credibile per riportare Sutri ad occupare un ruolo di prestigio come merita.

Noi siamo aperti all’apporto e alla collaborazione di tutti coloro che vorranno veramente aiutare Sutri a rinascere ed assumere il ruolo che gli è proprio nello scenario della Tuscia. Anche il prof Sgarbi e le sue fondazioni ma anche altre eminenti personalità che già sono residenti nella nostra città e che non hanno avuto l’opportunità di esprimere ed offrire il loro prezioso contributo”.

Lillo Di Mauro
Candidato sindaco per la lista civica “SUTRI”
Commenta con il tuo account Facebook