Il 27 Maggio alle ore 14:00 si terrà, in diretta streaming, la cerimonia conclusiva del Premio Asimov e già dalla prima partecipazione a livello nazionale il nostro Istituto si piazza tra i primi posti grazie alla studentessa Giulia Melis, classe 4Csa.Il “Premio Asimov” è un riconoscimento riservato ad opere di divulgazione e di saggistica scientifica particolarmente meritevoli. Esso vede come protagonisti sia gli autori delle opere in lizza che migliaia di studenti italiani, che decretano il vincitore con i loro voti e con le loro recensioni, a loro volta valutate e premiate. L’attività di lettura degli studenti vieneri conosciuta come PCTO, ex alternanza scuola-lavoro.

Il Premio,intitolato allo scrittore Isaac Asimov,intende avvicinare le giovani generazioni alla cultura scientifica attraverso la valutazione e la lettura critica delle opere in gara. Nasce da un’idea del fisico Francesco Vissani, che si è ispirato ad analoghe iniziative della Royal Society. Inizialmente istituito dal Gran Sasso Science Institute (GSSI) dell’Aquila, grazie alla collaborazione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e di molte altre realtà scientifiche, si qualifica oggi come Premio di livello nazionale.

Il Premio quest’anno giunge alla sesta edizione e l’IISS V. Cardarelli partecipa con ben 25 studenti provenienti dal liceo classico, dallo scientifico tradizionale e dall’indirizzo scienze applicate. I ragazzi hanno letto un testo scelto tra quelli proposti dalla commissione giudicante ed hanno scritto la loro recensione. L’iniziativa è stata proposta dal Dipartimento di matematica e fisica al fine di far comprendere agli studenti che è importante conoscere le scienze, ma è indispensabile essere in grado di divulgare il sapere scientifico in modo chiaro, accattivante, interessante, ma anche divertente. Giulia Melis, classe 4Csa, classificatasi nella regione Lazio tra i primi 5 del suo gruppo, ha scelto il libro “L’ultimo orizzonte” di Amedeo Balbi e verrà premiata il giorno della cerimonia.

La sua professoressa di matematica e fisica dice di lei: “Giulia ha sempre dimostrato una predisposizione ed una curiosità incredibili verso tutto il campo scientifico e questo l’ha portata a scegliere tra i nostri indirizzi il liceo scientifico opzione scienze applicate; tuttavia ha sempre dimostrato la capacità di esporre in modo chiaro, completo e brillante anche concetti molto complessi ed articolati, completando il suo curriculum con una preparazione umanistica ragguardevole”.La DS Piroli si congratula con Giulia e rivolge un plauso a tutti gli studenti che hanno partecipato dimostrando che la lettura dei libri e lo studio delle scienze possono conciliarsi in modo davvero affascinante. Sul sito del Cardarelli la recensione di Giulia www.iscardarelli.edu.it

Articolo precedenteCivita Castellana, ottimo weekend per XC Motorsport all’autodromo di Modena
Articolo successivoFiliere alimentari e COVID-19: alla redistribuzione degli sprechi contribuisce un nuovo progetto di ricerca dell’Università della Tuscia