Il Lions Club di Tarquinia stila un bilancio delle attività di solidarietà svolte nel 2020. Sostegno all’ospedale cittadino e aiuti alle famiglie tarquiniesi in difficoltà economica per il covid i principali ambiti d’intervento. “Avevamo concluso il 2019 con il concerto di Natale – affermano i soci -. La pandemia ha completamente stravolto la nostra programmazione ma ci ha portato a impegnarci ancora di più”.
Il Lions Club di Tarquinia, fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria, ha attivato un filo diretto con il presidio ospedaliero nelle figure del direttore sanitario Antonio Pellicciotti e della dottoressa Laura Voccia.
“Sono entrambi soci e su loro consiglio – proseguono i “lionisti” – abbiamo prontamente donato 500 mascherine e due termometri a infrarossi, per dotare il personale sanitario e amministrativo dei necessari dispositivi di protezione. Contemporaneamente abbiamo attivato l’importante raccolta fondi “Sosteniamo l’ospedale di Tarquinia” che ha coinvolto associazioni culturali e di volontariato e privati cittadini, permettendo di acquistare a fine marzo due monitor multiparametrici per il monitoraggio continuo dei parametri vitali dei pazienti più critici, subito impiegati nei reparti di medicina e anestesiologia.
In accordo poi con la direzione sanitaria, abbiamo impiegato i fondi rimasti per riqualificare un intero piano con la climatizzazione dei locali usati per le visite specialistiche ambulatoriali, garantendo un migliore confort ambientale. A ricordo della raccolta fondi abbiamo realizzato una targa celebrativa affissa nel corridoio del piano”.
In collaborazione con la Cooperativa Pantano, il Lions Club Tarquinia ha consegnato il 18 dicembre 100 pacchi alimentari ai sacerdoti delle cinque parrocchie cittadine, per la distribuzione alle famiglie più fragili. “Ci auguriamo un 2021 che possa mettere alle spalle, seppur lentamente la pandemia – concludono i soci -. Vogliamo di nuovo affiancare alle attività di solidarietà quelle in ambito in artistico e culturale, promuovendo progetti e iniziative che valorizzino la città e il suo territorio”.