Tutto pronto, o quasi: a Tarquinia sta per aprire le proprie porte la grande cupola geodetica in piazza Matteotti che dal 15 al 30 dicembre, sarà il centro di “Buttiamoci a pesce”, kermesse incentrata sulle idee di mare, pescato, tipicità e biodiversità per stimolare un’accresciuta consapevolezza della biodiversità del nostro mare e dell’importanza del consumo di prodotti freschi e locali.


E nel programma “illuminato” dalle stelle Michelin dei molti chef che giungeranno in città a cavallo del Natale, il Comune di Tarquinia grazie al contributo del FLAG GAC LAZIO NORD, nell’ambito del Programma Operativo FEAMP Regione Lazio 2014/2020, con la collaborazione di VivaTarquinia e FISAR e con la sapiente guida dell’Enogastronomo con il cappello Carlo Zucchetti, non mancheranno occasioni di stimolante scoperta e approfondimento.


A curarli, la Condotta Slow Food Costa della Maremma laziale, ideatrice di tre talk-laboratorio tra tipicità, storia, tradizioni e tips gastronomiche. Si parte venerdì 16 dicembre alle 18, parlando de “Lo stato della pesca. Il ruolo del consumatore” con Luigi Pagliaro, Presidente di Slow Food Lazio, Massimo Bernacchini, Slow Food Toscana, Massimiliano Sardone, Funzionario UILA Pesca nazionale, e Tiziana Favi, cuoca dell’Alleanza Slow Food.


Mercoledì 21 dicembre, alle 18, si parla invece con lo storico Enrico Ciancarini e Alessandro Ansidoni, Segretario della Condotta Slow Food Costa della Maremma laziale, della tradizione dell’antica zuppa di pesce di Civitavecchia, con lo chef Cristian Balzano del ristorante Il Gambero Rosso di Civitavecchia che metterà la “sua” zuppa di pesce a disposizione dei presenti per una degustazione.


Infine, il riccio di mare nel compartimento marittimo di Civitavecchia, le sue qualità organolettiche, la raccolta e l’attenzione alla tutela dell’ecosistema marino saranno i temi al centro del talk di chiusura, in programma mercoledì 28 dicembre alle 19 e 30. Protagonisti della chiacchierata, Patrizio Vinci e Dario Baffetti, pescatori subacquei professionisti di ricci di mare nel Compartimento Marittimo di Civitavecchia in collaborazione con l’Università della Tuscia, accompagnati da Sardone e Ansidoni. Anche in questa occasione, possibilità di degustazione di ricci di mare. A condurre i tre appuntamenti sarà Giorgio Corati, della Condotta Slow Food Costa della Maremma Laziale.


Per prenotare la propria presenza agli eventi – numero di partecipanti limitato a 25 persone – si può contattare l’Infopoint Tarquinia allo 0766 849 282 o via mail scrivendo a [email protected].

Articolo precedenteViterbo Christmas Village, spazio gratuito dedicato alle associazioni no profit
Articolo successivoUltimo dell’anno con band in tre piazze del centro e concerto di Capodanno al teatro dell’Unione