Federica Crescia entra in SuperAbile. La 41enne terapista occupazionale, residente nella città etrusca, entra a far parte del progetto ideato e fondato da Alfredo Boldorini, consigliere comunale di Bassano Romano. Dopo il vaccino che l’aveva costretta, giovanissima, su una carrozzina, alla laurea in scienze riabilitative, alle consulenze ed ai master internazionali, diventando un’affermata professionista nel settore sanitario: l’incredibile storia di Federica.

“Per me è un grade onore poter collaborare con SuperAbile – ha detto Federica Crescia -, un progetto completo ed innovativo. Quella della disabilità, è una realtà che mi vede protagonista da tanti anni anche a livello personale, professionale e da tempo anche in quello privato. Poter dare il mio contributo a questa proposta mi rende orgogliosa. Ringrazio Alfredo Boldorini e Gianni Legni per avermi coinvolta in questa bellissima esperienza che si sta sviluppando diffusamente anche nel nostro territorio. E’ la prima volta che a Tarquinia vengo coinvolta da un’iniziativa simile: in passato ho ricevuto solo offerte da altre località”.

La sua storia è davvero unica. Causa vaccino è costretta, per un periodo limitato, giovanissima, all’età di 11 anni, su una carrozzina. Riprende gli studi, si diploma e successivamente consegue la laurea di I Livello in Terapia Occupazionale con la tesi sperimentale in “Sessualità e qualità della vita nel paziente mioleso: il ruolo del terapista occupazionale nel progetto riabilitativo”. Successivamente consegue la laurea di II livello in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie.

Inizia a collaborare con importanti istituzioni del settore sia pubblico che privato. Consulente e responsabile di progetti che si occupano di accessibilità ed abbattimento delle barriere architettoniche, Federica Crescia vanta anche un lungo e prestigioso curriculum lavorativo. Docente per 10 anni presso l’Università La Sapienza di Roma, con master e formazione negli Stati Uniti, Canada e Germania, master in psichiatria, classificatore per la Federazione Italiana Wheelchair Hockey, la 41enne tarquiniese ha all’attivo anche collaborazioni con diverse unità spinali di importanti nosocomi nazionali.

Entusiasta Alfredo Boldorini, fondatore di SuperAbile.

“Siamo lieti di annunciare l’ingresso di Federica Crescia nel nostro gruppo. Federica rappresenta davvero una risorsa preziosa per noi. Una professionista con queste specializzazioni e con questa voglia di fare darà sicuramente un contributo altissimo al progetto. La ringrazio davvero per aver accettato il nostro invito”.