“Per gli studenti l’opportunità di un’importante esperienza extracurriculare per acquisire conoscenze, competenze e abilità sull’ospitalità”. WeTarquinia, il progetto di promozione e valorizzazione della città tirrenica e del suo territorio nato per iniziativa delle imprenditrici Tamara Luccioli, Claudia Moroni, Marzia Marzoli, Daniela Coletta, Lorenza Turilli e Tiziana Favi, si apre alla scuola e avvia una collaborazione con l’IISS “Vincenzo Cardarelli”.   Di concerto con la preside dell’istituto Laura Piroli, sono state individuate le modalità con le quali gli allievi del liceo turistico e dell’indirizzo “agraria, agroindustria e agroalimentare” potranno frequentare il corso di alta formazione per sala e bar “Ospitality Tuscia”. Organizzato insieme a Confcommercio Lazio Nord e con il sostegno dell’Ente Bilaterale Turismo del Lazio e il patrocinio del Comune di Tarquinia, il ciclo di lezioni prenderà il via il 28 febbraio.
“Una terra ricca come la nostra, da sempre vocata al turismo culturale, sta vedendo crescere una nuova forma locale di turismo, più attento all’enogastronomia – sottolinea la ristoratrice Tiziana Favi -. In questa ottica, WeTarquinia, con Confcommercio Lazio Nord, ha pensato a un corso che formi personale preparato e in grado di raccontare il nostro territorio”.  “Le lezioni hanno l’intento di formare ragazzi che si affacciano al mondo del lavoro, offrendo una buona preparazione nei vari settori Horeca – dichiara la ristoratrice Daniela Coletta -. Con la presenza di docenti professionisti, si vuole incentivare la creazione di figure specializzate come barman e addetti al servizio di sala”.
“Conoscere il territorio, anche dal punto di vista storico e artistico, è indispensabile per una buona accoglienza al cliente – afferma la guida turistica Claudia Moroni -. Per questo motivo uno degli obiettivi del corso è quello di legare la storia alle tradizioni enogastronomiche”.  “Con “Ospitality Tuscia” sarà data una grande opportunità per i giovani e per chi già lavora nel settore ricettivo di ristorazione e bar della Tuscia – dice la ristoratrice Tamara Luccioli -. Poter apprendere l’importanza dell’accoglienza e non solo, in un territorio meraviglioso che del turismo potrà fare il suo fiore all’occhiello, è indispensabile per offrire servizi ricettivi di qualità”.
Le lezioni di “Ospitality Tuscia” si svolgeranno a Tarquinia e saranno guidate dai docenti professionisti dell’accoglienza, bartender, latte art, sommelier, assaggiatore olio, idrosommelier, gestione del food and beverage, gestione del personale, interior design, management, mental coach. Per tutte le informazioni è possibile visitare il sito www.confcommerciolazionord.it.
Articolo precedenteTarquinia ricorda il poeta dialettale Spartaco Compagnucci
Articolo successivoVetralla, concluso il progetto OPEN dell’Associazione Battiti APS