Si è svolta oggi la prima visita didattica dei ragazzi del corso di Agraria, Agroindustria ed Agroalimentare dell’IISS Cardarelli ad una azienda locale, organizzata in collaborazione con l’Università Agraria di Tarquinia.
Gli studenti hanno potuto visitare un frantoio, quello di Olitar, vedere le fasi di produzione ed i macchinari utilizzati, arrivando anche ad approfondire aspetti più particolari come la produzione del sapone da olio extravergine di oliva. Molte le domande dei ragazzi, che hanno mostrato un vivo interesse accolto con estremo favore sia dagli insegnanti che dalla famiglia Scibilia, proprietaria della struttura. La mattinata si è conclusa con una bruschettata in cui gli studenti hanno potuto degustare l’olio evo tarquiniese.
Ora l’attesa è tutta per il secondo appuntamento, previsto per i primi di febbraio, in cui gli studenti visiteranno una piccola azienda a conduzione famigliare in  località Santa Maria. Nelle visite ideate, grazie all’interesse diretto di alcuni produttori locali tra cui Stefano De Paolis della Tenuta Gattopuzzo ed alla collaborazione dell’Istituto Cardarelli, si spazierà il più possibile tra le varie tipologie di realtà agricole locali, al fine di offrire agli studenti una panoramica il più diversificata possibile.
La Consigliera dell’Università Agraria Rosanna Moioli, coordinatrice delle visite, ha ricordato l’invito per le aziende agricole e di produzione locali ad aderire a queste iniziative: “Dobbiamo ripartire dal territorio. Il Presidente Borzacchi tiene molto ai progetti connessi alla scuola, perché gli studenti di oggi saranno domani gli artefici del nostro futuro. Il nostro team di progetto, che ho il piacere di seguire assieme ad Alberto Tosoni e Bruno Cardia, sta lavorando per far sì che i giovani possano avvicinarsi alla cultura ed alle tradizioni agricole del territorio, oltre che alle loro tecnologie di produzione. È un buon modo per afferrare il nesso strettissimo che può crearsi tra produzioni alimentari e società, economia e paesaggio di un territorio”.
La Moioli ha sottolineato ancora una volta l’importanza dell’istituto di istruzione superiore locale: “Tengo a fare un ringraziamento particolare allo straordinario corpo docente dell’IISS Cardarelli ed alla Dirigente Laura Piroli, che hanno creato un corso di studio che a nostro avviso può davvero dare una spinta propulsiva al comparto agricolo e produttivo di Tarquinia, e per cui hanno dedicato strumenti e professionalità di livello eccellente”.