La magia del Natale arriva a Tarquinia e la guida turistica Claudia Moroni accompagnerà i visitatori alla scoperta degli artisti tarquiniesi contemporanei, dell’arte etrusca e degli angoli più suggestivi del centro storico seguendo l’itinerario del presepe vivente. Dal 27 dicembre all’8 gennaio, ogni mattina alle 10, sarà possibile partecipare alle visite guidate per ammirare le tombe dipinte della necropoli etrusca dei Monterozzi, dichiarata nel 2004 patrimonio mondiale dell’umanità, e i capolavori del Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia, tra cui capolavori come l’altorilievo dei Cavalli Alati e il gruppo scultoreo del Dio Mitra. “È una visita guidata combinata – spiega la guida turistica Claudia Moroni -. Si possono visitare insieme la necropoli e il museo o scegliere se l’una o l’altro. In ogni caso non si rimarrà delusi dalla bellezza dell’arte etrusca”.

“Aspettando il presepe vivente”, il 2 il 6 gennaio, alle 15, è la visita guidata che accompagnerà il visitatore da piazza Cavour alla scoperta del centro storico per poi farlo immergere nel borgo medievale della chiesa di Santa Maria in Castello, reso ancora più suggestivo dalle scenografie della rievocazione. Ritornerà “Incontri con gli artisti”, il ciclo di appuntamenti che porterà le persone a conoscere direttamente scultori e pittori tarquiniesi contemporanei che, con il loro lavoro, si sono affermati in ambito italiano e internazionale. “Incontreremo lo scultore Claudio Capotondi e il pittore Guido Sileoni – conclude la guidato turistica Claudia Moroni – Con Claudio Capotondi seguiremo il filo conduttore della scultura e la visita guidata si comporrà di due momenti: il primo al Museo Nazionale Archeologico di Tarquinia, per ammirare l’arte etrusca; il secondo dopo un breve trasferimento in auto, alla zona artigianale, nel laboratorio di Capotondi.

Con Guido Sileoni cammineremo sulla strada dell’arte figurativa: visiteremo le tombe dipinte della necropoli dei Monterozzi per poi proseguire nello studio dell’artista, che ha sviluppato una tecnica personalissima, con risultati di grande impatto ed eleganza formale, i cui contenuti sono influenzati in particolar modo da quella etrusca. Le date delle due visite devono essere ancora definite”. Per tutte le informazioni è possibile chiamare al 347 6920574.

Articolo precedenteL’associazione culturale Viva Tarquinia presenta la nuova edizione del concorso “Presepe in famiglia”
Articolo successivoAbilitazione per addetti alle piattaforme aeree: corso al via il 16 dicembre