La fiera di terrà nei giorni del 29, 30 aprile e 1°maggio. 

È in fase di ultimazione il calendario della 3 giorni di convegni in programma presso l’ampia tensostruttura (375 mq.) che sarà allestita al centro dell’area fieristica, su viale dei Tritoni, puntofocale di una ricca cornice espositiva che includerà tutto quello che concerne nuove tecnologie, macchine, macchinari edattrezzattura dedicata. Numerosissimi gli Enti già coinvolti: CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), CREA (Consiglio nazionale per la Ricerca in agricoltura e l’analisi dell’Economia Agraria), DAFNE (Dipartimento di scienze agrarie e forestali dell’Università della Tuscia), Acli Terra, Biodistretto MET, Coldiretti, Confagricoltura, CIA, l’Istituto di Istruzione Superiore“V. Cardarelli” – sezione di Agraria, Cooperativa Pantano, Centrale Ortofrutticola ed Horta. 

Un ricco palinsesto convegnistico che abbraccerà molti dei temi principali che muovono oggi il dibattito per volgere lo sguardoverso un approccio innovativo al mondo agricolo. Temi che spazieranno dall’Agricoltura 4.0 e circolarità per la protezione sostenibile del frumento, alle energie rinnovabili da e per l’agricoltura, al gusto italiano nel mondo, ai frumenti antichi, alla strumentazione moderna e i suoi effetti sulla salute, alla sperimentazione agronomica e gestione sostenibile, all’alimentazione e salute, alle filiere agroalimentari ed allaristorazione biologica. 

CNR e CREA presenteranno invece il loro progetto internazionale LENSES (LEarning and action alliances for NexuS EnvironmentSin an uncertain future), che ha visto Tarquinia quale città campione per l’Italia di uno studio che ha coinvolto sette paesi nel bacino del Mediterraneo.

Ancora il programma dei convegni comprenderà la sostenibilità del sistema-acqua, l’ecosistema e il cibo. L’area riservata alla convegnistica sarà inoltre affiancata da un’ulteriore tensostruttura tutta dedicata allo “show cooking” e alla degustazione, anche in questo caso arricchita dal contributo e dalla collaborazione di numerosi Enti ed organizzazioni operanti nel settore. Accanto verrà quindi allestito il villaggio agricolo dove troveranno accoglienza i butteri, i mezzi e gli animali dell’Università Agraria di Tarquinia, i prodotti del Biodistretto della Maremma Etrusca e Monti della Tolfa e delle cooperative locali. Una grande arena dedicata al modellismo agricolo completerà l’offerta fieristicadove un gruppo di collezionisti toscani proporranno evoluzioni radiocomandate, per la gioia di grandi e piccoli. 

Il panorama espositivo quest’anno sarà di ampio respiro edabbraccerà ambiti diversi, con un focus particolare su giardinaggio, edilizia, arredo per esterni, ferramenta, ma anche antiquariato, vintage, oggettistica e un ampio spazio dedicato aglieventi culturali che coinvolgeranno naturalmente anche il centro storico di Tarquinia. 

Per partecipare alla fiera come espositore si può aderire tramite il sito: https://www.comune.tarquinia.vt.it/it-it/avvisi/2023/commercio-e-mercati/evento-fieristico-mo-me-ma-mostra-mercato-macchine-agricole-lido-di-tarquinia-269899-1-4f68c7b224a75ce09bf54ddc52211383