«Deve essere chiaro, – afferma il Presidente LEGA TUSCIA, Rinaldo Della Rocca, – non abbiamo la bacchetta magica per risolvere le tante problematiche di Tarquinia e tanto meno la presunzione di volerci “appropriare”, del mare di Tarquinia, come era stato scritto in un nostro comunicato precedente, “il mare dei Viterbesi”, frainteso da alcuni.

Il mare è e resterà il Lido di Tarquinia, anche se molti Viterbesi contribuiscono attivamente all’economia locale, ma Lido, come ad esempio un porto turistico, un importante struttura che porterebbe occupazione e sviluppo turistico, la vera messa in sicurezza del Fiume Marta, evitando esondazioni accadute in passato che devastarono tutta la fascia costiera, un attento controllo ed un monitoraggio continuo delle acque del Fiume Marta color fango, sia in estate che d’inverno, bracci a mare, necessari per rendere le acque costiere più pulite e limpide, fondamentale per evitare i vari punti negativi ogni anno espressi da Goletta Verde con i relativi divieti di balneazione.

Forse sono punti che tutti conoscono ma, come dicevano i saggi, volere è potere, non capiamo perché tutte le amministrazioni precedenti poco abbiano fatto se non nulla, questi sono fatti sotto gli occhi di tutti, realtà che possono solo che migliorare la qualità della vita ed in primis proprio per i cittadini di Tarquinia, e qualcuno ci accusa di voler portare via il mare di Tarquinia, da ridere!

Noi vorremmo dare un contributo per le nostre affinità con la presenza di una lista composta da cittadini di Tarquinia, di professionisti, operai, casalinghe, studenti di Tarquinia, e riteniamo, per il gruppo che siamo, di poter dare un contributo».

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email