L’associazione Bio Ambiente vuole ringraziare i cittadini e non solo gli oltre 2.000 firmatari della petizione iniziale no biogas a Tarquinia, ma tutti coloro che hanno creduto in questa lotta ambientale e che ci hanno quindi sostenuto per circa 5 anni contro l’infausto progetto di un’altra centrale nel nostro territorio, peraltro già oltraggiato da altre fonti note altamente inquinanti, e cioè contro un’ industria biogas catalogata per normativa vigente quale insalubre di prima classe.

«In particolare – scrive Gian Piero Baldi, Presidente di Bio Ambiente e Medico ISDE, – si vogliono ringraziare gli abitanti o “Tigri dell’Olivastro”, sempre in prima linea e che nonostante le numerose e gravose avversità provocate da questa vicenda, non hanno mai fatto un passo indietro, esponendosi in prima persona a favore della salute di Tarquinia tutta.

Un plauso sicuramente ai nostri tecnici legali e cioè all’Avv. Michele Greco, esperto di diritto dell’ambiente ed all’Avv. Roberta Sacco per la sua gratuita, proficua ed incisiva dedizione alle tematiche ambientali.

Un ringraziamento particolare alla forza politica che ha avallato fin dalle origini la nostra battaglia e cioè al Movimento5stelle di Tarquinia che ha contribuito anche economicamente al risultato finale.

Si ringrazia inoltre il Comune di Tarquinia ed in particolare la Giunta del Sindaco dimissionario Pietro Mencarini, per il doppio importantissimo diniego proferito in sede di conferenza finale AIA.

Infine il ringraziamento più importante va sicuramente a Forum Ambientalista, quale Associazione Ambientalista di valenza nazionale, nella persona di Simona Ricotti che ci ha guidato e spalleggiato fin dall’inizio in questo duro percorso. Perciò promettiamo che continueremo a batterci, se necessario, per la salvaguardia della salute e del territorio, oltre che per il rispetto dei principi di legalità e giustizia».

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email