Una serata di grande musica, un preludio straordinario all’edizione 2023 della Notte dei Fiori: venerdì 9 giugno, alle ore 21, nello splendido scenario di Santa Maria in Castello il maestro Gabriele Bonolis dirigerà l’Orchestra del Conservatorio «Alfredo Casella» de L’Aquila, in uno dei concerti più attesi della stagione estiva.

L’evento, realizzato dal Comune di Tarquinia e dalla Diocesi di Civitavecchia Tarquinia e Porto-Santa Rufina, in collaborazione con il Lions Club di Tarquinia e l’Accademia Tarquinia Musica, con il patrocinio del Pontificio Consiglio per la Cultura, si svolgerà in contemporanea con decine di altre iniziative in tutta Italia, nell’ambito della manifestazione nazionale “La Lunga notte delle Chiese”. Giunta all’ottava edizione, la Lunga Notte delle Chiese è la notte bianca dei luoghi di culto, un evento nato nel 2016: nella cornice delle chiese di tutta Italia, vengono organizzate iniziative ed eventi culturali: concerti, visite guidate, mostre, teatro, letture, momenti di riflessione e tanto altro.

A Tarquinia si esibirà quest’anno un’orchestra di assoluto prestigio, riconosciuta ovunque per il suo talento eccezionale: il Conservatorio statale di musica «Alfredo Casella» di L’Aquila è infatti un istituto di alta formazione artistica e musicale e un polo di formazione accademica di massimo livello, che attrae una popolazione studentesca proveniente da tutto il mondo e ha all’attivo convenzioni bilaterali con istituzioni universitarie e musicali di tutta Europa.

A dirigere l’orchestra il maestro Gabriele Bonolis, violoncellista, compositore e direttore d’orchestra, diplomatosi presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma. Insignito del Premio Internazionale Ennio Morricone per la Pace ha diretto l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, la Czech National Symphony Orchestra, l’Orchestra della Toscana, la Bulgarian Symphony Orchestra, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra Metropolitana di Bari, I Solisti Aquilani e numerose altre istituzioni musicali. Il suo repertorio operistico e sinfonico spazia tra il XVIII e il XIX secolo fino alla musica contemporanea. Nel corso della sua luminosa carriera ha ottenuto riconoscimenti molteplici a livello nazionale e internazionale.

Nel concerto, il cui programma prevede l’esecuzione di brani, tra gli altri, di Pergolesi, Mascagni, Brahms, Puccini e Mozart, si esibiranno i due soprani Rosaria Angotti e Giulia Pierucci.

L’appuntamento è venerdì 9 giugno alle ore 21 nella Chiesa di Santa Maria in Castello.

Articolo precedentePorta di casa e toelette da camera: sicurezza ed eleganza
Articolo successivoCarbognano: donna denunciata per furto con la ‘tecnica dell’abbraccio’