Venerdì 24 febbraio, alle 17,30, un webinar di presentazione dei tre autori che sono al centro di un percorso didattico svolto dai bambini della scuola dell’infanzia e primaria e dai ragazzi della scuola secondaria di I grado

Gli scrittori Cristina Bellemo, Alessandro Riccioni e Guido Sgardoli si raccontano al festival “PAGINEaCOLORI”. I tre autori lo faranno il 24 febbraio, alle 17,30, in un webinar sulla piattaforma Zoom curato dalla biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” e rivolto a docenti, educatori e appassionati di letteratura per bambini e ragazzi.

“Sarà una preziosa occasione per sapere del loro lavoro e, più nello specifico, per stabilire uno scambio di idee e opinioni che possa risultare stimolante e proficuo in vista di quelli che saranno gli incontri con le scuole – afferma la direttrice artistica di “PAGINEaCOLORI” Roberta Angeletti -, al termine di un percorso didattico che vede in queste settimane gli studenti, insieme agli insegnanti, approfondire la conoscenza di alcune delle loro opere. Due appuntamenti saranno in presenza al teatro “Rossella Falk”: il 24 marzo Bellemo parlerà ai i bambini delle terze, quarte e quinte elementari, il 31 marzo Riccioni sarà con i piccoli dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia e delle prime e seconde elementari. Sgardoli, invece, autore ospite per le classi della scuola media, non potrà venire a Tarquinia e realizzerà una video registrazione disponibile da aprile sul nostro sito”.

Giornalista da vent’anni per diverse testate, direttrice responsabile de L’AbBeCedario, notiziario di A.B.C., Associazione Bambini Chirurgici dell’ospedale pediatrico Burlo Garofolo di Trieste, Bellemo è autrice di vari libri (con Topipittori, Edizioni Messaggero Padova, Erickson, Zoolibri, Rizzoli, Il Castoro) e ha ottenuto numerosi riconoscimenti letterari, tra i quali, con “La leggerezza perduta”, il Trofeo Baia delle favole nell’ambito del Premio Andersen.

Insegnante e ora bibliotecario “di montagna”, Riccioni pubblica nel 1998 la sua prima raccolta di poesie “Sottopelle” (Book Editore), segnalata al Premio Montale. Sempre per la poesia, per Book Editore, ha pubblicato “Di quarzo e terra” (2002), “Chiedimi il rosso” (2003), “Il mare in salita” (2007) e “Bisestile” (2010). Nel 2004 ha esordito nella narrativa con il romanzo “Nero arcobaleno”, Mobydick Editore. Il suo ultimo libro di poesie è “Perimetri e Distanze”, “La Vita Felice” (2015). Dal 2011, scrive anche per bambini. Il libro “Mare matto”, (Lapis) è Premio Rodari 2017 – Sezione filastrocche e fiabe e Premio speciale della giuria per la poesia Fondazione Cassa di Risparmio di Cento. La sua opera più recente, del 2020, è “Piccolo sonno”, (LupoGuido Editore). Riccioni è presente al festival in doppia veste: come autore per gli incontri con le scuole e come autore di due titoli illustrati scelti per la mostra degli albi illustrati.

Laureato in medicina veterinaria, Sgardoli ha coltivato collateralmente agli studi la passione per il disegno, l’animazione e la scrittura. Ha pubblicato svariati racconti e ottenuto significativi risultati partecipando a diversi premi letterari e a metà degli anni 2000 arriva il successo all’interno del panorama editoriale per ragazzi. Nel 2009 si aggiudica il Premio Andersen, con il libro “Eligio S. I giorni della ruota” (Giunti), premio che vincerà nuovamente nel 2018 con “L’isola del muto” (Edizioni San Paolo) dopo aver collezionato diversi altri importanti riconoscimenti. Il suo “The Stone – La settima pietra” (Piemme) ha vinto il Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2019 nella Categoria 11+. Il libro “Scomparso” ha vinto il Premio Strega ragazze e ragazzi 2019.

Per partecipare all’incontro online è indispensabile inviare una email a [email protected] per ricevere il link che abilita al collegamento. Il festival “PAGINEaCOLORI” è organizzato con il sostegno del Comune di Tarquinia (assessorato alla cultura e biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli”), della Regione Lazio (Laziocrea) e dell’UniCoop Tirreno – Sezione Soci Etruria, in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Dandelion, l’IISS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, il Centro di aggregazione giovanile (Cag) di Tarquinia e la Società Tarquiniense d’Arte e Storia.