Depositi rifiuti radioattivi: Inquadramento geologico, naturalistico e antropico dell’area VT-25 (Tarquinia, Tuscania)

 

Sogin ha reso disponibile al pubblico la proposta di Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (CNAPI) per la localizzazione di un deposito di tipo superficiale per la sistemazione definitiva dei rifiuti radioattivi a bassa e media attività, incluso in un Parco Tecnologico comprensivo di un Centro di studi e sperimentazione.

La CNAPI è composta, oltre che dalle Tavole nelle quali sono geograficamente rappresentate le Aree Potenzialmente Idonee, anche dai documenti che descrivono:

  • le basi teoriche e i dati utilizzati per applicare i criteri di localizzazione della GT 29ISPRA (v. documento DN GS 00102);
  • la procedura di analisi del territorio per la verifica dei criteri della GT 29 ISPRA (v.documento DN GS 00056);
  • le caratteristiche di ciascuna area della CNAPI.

L’area di studio, ricadente nel Foglio 136 “Tuscania” della Carta Geologica d’Italia (scala1:100.000) e nel Foglio 354 “Tarquinia” in scala 1:50.000, corrisponde alla zona di passaggio fra i depositi del Distretto Vulcanico Vulsino (Nappiet alii, 1995) e le formazioni sedimentarie neogenico-quaternarie rappresentate in prevalenza da argille, sabbie econglomerati (Albertiet alii, 1970; Cosentino & Pasquali, 2012).

Deposito VT25 Tarquinia Tuscania