Ben 500 i personaggi tutti fatti a mano e curati nei minimi particolari rappresentanti tutte le nazionalità esposti nell’ex lavatoio, alla Lestra in via dei Granari. I personaggi di Ilaria Andreaus hanno richiesto ben tre anni di lavoro ben 500 scene tra personaggi e ambientazioni , 8 Kg. di cotone pari a 60 chilometri di filo lavorato ad uncinetto 10 Kg. di imbottitura e Ilaria Andreaus aggiunge : “Non quantificabili chilogrammi di pazienza, ma innumerevoli chilometri di soddisfazioni” . Una mostra coloratissima e affascinante quella di Ilaria che sta riscuotendo un enorme successo , tante visite ed apprezzamenti dai cittadini e dai visitatori. “Mi piacerebbe che tutti i personaggi del mio presepe somigliassero a quel bambino, – riferisce Ilaria Andreaus – che avessero il suo volto, ma Dio ha sei miliardi di volti , l’itinerario per arrivare a lui percorre tutte le strade del mondo . Soltanto prendendo tempo con quei volti ho la certezza di giungere puntuale dinanzi a lui, davanti a quella grotta”. L’ingresso è gratuito, si può lasciare un’offerta per una scuola indiana. Ilaria ha così unito la sua passione per i viaggi con la solidarietà e la creatività. AMV