TARQUINIA – Il comune dona un appezzamento di terreno all’ISS Vincenzo Cardarelli. L’indirizzo di Agraria completa le strutture per le attività tecnico – pratiche. Grazie alla nuova Amministrazione Comunale da questo anno scolastico la Sezione di Agraria del Cardarelli si dota finalmente di un appezzamento per le attività tecnico pratiche e sperimentali.

“L’appezzamento adiacente alla Sede centrale dell’Istituto- commenta il Prof. Odoardo Basili referente del Corso – consentirà ai nostri alunni di potere approfondire temi di carattere tecnico – scientifico direttamente in loco, potenziando al massimo il piano teorico delle lezioni. Le iniziative tecnico-pratiche andranno, quindi, a rafforzare tutte le ulteriori collaborazioni già in atto sul territorio con importanti strutture sia pubbliche che private che con entusiasmo hanno affiancato il lavoro della Sezione di Agraria”.

Entusiasta la Dirigente Scolastica “È con grande riconoscenza- commenta la dott.ssa Laura Piroli- che ringrazio sentitamente l’Amministrazione Comunale ed in particolare gli assessori: ai lavori pubblici Laura Sposetti; all’Agricoltura Alfonso Micozzi; la delegata alla pubblica istruzione Federica Guiducci, che sono stati gli artefici principali di tale concessione, a conferma della vicinanza che il Comune di Tarquinia sta manifestando verso questo importante sviluppo didattico per la nostra agricoltura e per il nostro territorio”.

“La concessione di questo terreno, – conclude la Dott.ssa Piroli – associata alla serra in via di realizzazione e al laboratorio tecnico-scientifico già realizzato al quale si affiancherà nell’anno un nuovo laboratorio nella sede centrale, completa al momento una serie di dotazioni di alto livello che consentiranno ai nostri studenti di agraria di approfondire tecniche di avanguardia e rendere la sezione anche un polo per gli agricoltori per scambi informativi, analisi e supporto per tutto il settore agricolo”.

La Consigliera Guiducci: “Ringrazio i colleghi assessori per questa speciale partecipazione alla vita della scuola e per la preziosa donazione che permette un miglioramento qualitativo dei servizi offerti agli studenti. In un periodo come quello che stiamo vivendo e che ha comportato una notevole riduzione delle risorse finanziarie della scuola, risultano particolarmente lodevoli e addirittura vitali iniziative finalizzate alla promozione e all’ampliamento dell’offerta formativa. Sono convinta che l’ Istituto riuscirà a mettere a frutto nel migliore dei modi a questa donazione”. “La donazione – Riferisce Sposetti – è nell’ottica anche del recupero aree per arginare la perdita di terreni produttivi e l’incuria del territorio. Non esistono terreni “improduttivi”, ogni spazio privato e libero ha un valore che va oltre le valutazioni economiche ed ogni terreno merita protezione e cura”. L’assessore Micozzi: “La richiesta di lavori o passatempi legati a gesti concreti è quello che sta spingendo migliaia di persone a riavvicinarsi alla terra.  Con questo gesto, vogliamo concretamente aiutare gli studenti dell’indirizzo Agrario a sperimentare quello che studiano. L’agricoltura è un mondo fisico, spesso duro, ma la grande soddisfazione nel vedere i frutti del proprio lavoro ripaga di qualsiasi fatica provata. L’orto è una passione dilagante perchè permette di vedere i frutti del lavoro svolto”.

Commenta con il tuo account Facebook