IL FESTIVAL FINANZIATO DALLA REGIONE LAZIO CON SPETTACOLI DAL VIVO PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE DI TARQUINIA

Una domenica primaverile di musica a Tarquinia per presentare l’anteprima del festival Paesaggi dell’Arte, giunto alla sua terza edizione, in programmazione per l’estate 2022.Il progetto, ideato e voluto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tarquinia e finanziato dalla Regione Lazio, Direzione Cultura e Politiche Giovanili, è stato ideato per potenziare la promozione del patrimonio culturale e paesaggistico del sistema di valorizzazione delle “Città d’Etruria” con attività di musica, danza e teatro, in un’alchimia ideale tra il bene culturale da valorizzare e la specifica performance artistica.

Il festival di Paesaggi dell’arte sta crescendo di anno in anno. Abbiamo ideato un format che si sposa a pieno con le linee guida della regione Lazio in materia di promozione del patrimonio culturale e spettacolo dal vito, e siamo certi che grazie alla collaborazione di altri enti e associazioni del territorio aumenterà l’interesse e l’offerta culturale di Tarquinia.

Ringrazio i miei collaboratori, la Regione Lazio, il Direttore del Parco archeologico per la collaborazione. Il programma di quest’anno sarà ricco di appuntamenti culturali, buona musica e anche una parte dedicata alla formazione. Abbiamo intenzione di far conoscere a quante più persone possibile la nostra città e le bellezze archeologiche del nostro territorio.” – dichiara l’Assessore alla Cultura Dott.ssa Tosoni Martina.

Il palcoscenico di quest’anteprima, grazie alla collaborazione prestata dal Parco Archeologico di Cerveteri e Tarquinia, sarà il Museo Archeologico Nazionale Tarquiniense, dove il 15 maggio alle ore 18:00 è prevista la partecipazione di un artista di livello internazionale, il violoncellista e compositore Ernst Reijseger, con un concerto ambientato tra i capolavori della ceramica attica della collezione museale. Protagonista di rilievo della scena contemporanea europea, l’artista olandese è un virtuoso di livello assoluto, capace di conciliare maestria, sensibilità ed eleganza con un uso non convenzionale del suo violoncello.

Negli ultimi anni ha composto anche dieci colonne sonore per il regista Werner Herzog, inclusa quella del documentario dedicato alle straordinarie pitture paleolitiche della Grotta Chauvet, Cave of Forgotten Dreams, che sarà proiettato alle ore 21:30 alla Biblioteca Comunale V. Cardarelli.

In quest’edizione di Paesaggi dell’Arte , tra i numerosi spettacoli previsti, si segnalano: il ritorno di un’incantevole interprete, Lula Pena (3 luglio), le performance del mitico chitarrista Ralph Towner (9 luglio) e del magistrale contrabbassista Arild Andersen,in duo con Daniele di Bonaventura (6 agosto), e l’anteprima di un’inedita produzione teatrale della Compagnia O Thiasos (14 agosto) dedicata ai miti etruschi.