Con una cerimonia, sobria ma altamente significativa, alla presenza della proprietaria del terreno, del presidente del circolo M.G. Sporting Club e gestore dell’impianto, del vice sindaco Luigi Serafini, del maestro istruttore Alessio Moretti, dalla rappresentanza della Polizia Locale e dei Carabinieri guidati dal maresciallo Stefano Girelli, e tanta gente comune, nel tardo pomeriggio del primo settembre, intorno alle ore diciannove, è stato inaugurato il complesso sportivo nella disciplina del tennis, completamente ristrutturato, sito lungo l’ampio viale Porto Clementino, con ingresso in Via Quintiani 37, nel complesso balneare del Lido di Tarquinia.

Nell’area, ove prima erano due campi da tennis regolari, ora, con la ristrutturazione, è stato realizzato un solo campo da tennis regolare e tre validissimi campi da Padel. I campi sono molto ben illuminati per poterne usufruirne anche nella tarda serata.

Il centro è affiliato al Centro Sportivo Educativo Nazionale e riconosciuto dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano. Al centro si accede soltanto con una tessera che si può richiedere dal primo settembre, mentre la prenotazione dei campi parte dal dodici settembre con accesso all’App Won Sport e, l’accesso all’App inizia il quattro settembre.

Nel contesto dei lavori è stato recuperato anche il vecchio caratteristico chiosco esagonale, che nel tempo era stato completamente abbandonato ai cambiamenti atmosferici che lo avevano ridotto ad un cumolo di legname. Sono state ripristinate le recinzioni, razionalizzati i varchi d’accesso, e rese più confortevoli le aree di servizio per gli spettatori. Il fondo del campo da tennis è stato realizzato in terra rossa battuta di ultima generazione red plus, Nella ristrutturazione si è tenuto conto anche delle persone meno abili, per cui, la struttura è dotata di tutte le infrastrutture necessarie ad esse.

Vice sindaco Serafini! Una nuova struttura che sicuramente rende il Lido più interessante?

Certamente si. Ogni volta che si apre una nuova struttura, quando si avvia una nuova attività, è sempre un dato positivo in quanto si creano i presupposti per una maggiore socialità, le condizioni per maggiore aggregazione. Non va dimenticato anche il risvolto economico che si viene a creare, senza dimenticare che i tanti sportivi che, fino ad ora, erano obbligati ad andare nei paesi vicini per praticare questi sport, ora hanno una validissima struttura in casa e quindi un motivo in più per rimanere qui al Lido, specialmente per il nuovo giuoco del Padel che sta prendendo sempre più piede ed è uno sport amato soprattutto dai giovani. Questa struttura va considerata un bene, non solo per il Lido, ma per tutta la città di Tarquinia.

Pietro Brigliozzi

Articolo precedenteCalciomercato. Viterbese, arriva in prestito l’esterno Rodio Francesco
Articolo successivoViterbo, inaugurata la targa dedicata al grande regista Giorgio Capitani