Università Agraria Tarquinia

«Vogliamo focalizzare l’attenzione dei nostri concittadini sull’altro Ente locale della città amministrato dal centrodestra: l’Università Agraria di Tarquinia.

Oltre agli “strani” casi della società Oasi San Giorgio, del piano di lottizzazione Consorzio Lottististi e del Piano di Lottizzazione sui terrreni di proprietà dell’Ente, – comunica il Movimento Civico per Tarquinia – portiamo a conoscenza della città quanto segue.

Con nota protocollo del 12 febbraio u.s. il Movimento Civico per Tarquinia insieme al P.D. faceva esplicita e formale richiesta per un urgente incontro al fine di avere notizie e chiarimenti sulla situazione tecnico/economica dell’ente. In seguito fu riformulata in data 20 febbraio 2020 una nuova istanza sempre avente come oggetto l’incontro per dei chiarimenti tecnico/economici in merito all’andamento finanziario dell’Ente stesso. La nuova richiesta era dovuta allorchè, in ottemperanza alla corretta applicazione delle norme dell’Ente, per interloquire direttamente con i responsabili dei settori del “Servizio Finanziario” ed degli “Affari Generali” sarebbe potuta avvenire o sarebbe stata concessa soltanto previo  autorizzazione e/o presenza degli Amministratori.

Quanto alla nota in premessa è soltanto per ricapitolare i fatti.

Siamo tutti consapevoli delle notevoli limitazioni imposte dalla Legge a seguito della grave situazione epidemiologica e delle notevoli difficoltà logistiche dettate per tutti. Comunque, in merito ai chiarimenti tecnico/economici sullo stato dell’Ente, a tutt’oggi, non abbiamo ricevuto nessun parere, né verbale e né tantomeno scritto.

Visto che a al momento, signor Presidente, oltre a ricoprire la carica di amministratore concessale dalla politica ricopre anche la gestione della Tesoreria dell’Ente stesso, pertanto, contestualmente, ne è anche  responsabile, siamo a chiederLe pubblicamente in che stato di liquidità si trova l’Ente Agrario di Tarquinia che, onde evitare dubbi e confusione, è un Ente di gestione di Beni della collettività cittadina!

Sia come Movimento Civico che come cittadini/utenti Le abbiamo posto tale interrogativo poichè l’Università Agraria, già dal mese  di gennaio 2020, si trova in anticipazione di cassa!

Non sarebbe il caso di avere un Suo pubblico e immediato chiarimento allorché la situazione economica in cui versa oggi l’Ente dovrebbe essere conosciuta da tutti?

Nel caso avvenisse un default economico dell’Ente, lo sanno i cittadini che ne pagherebbero le conseguenze?

Ricordatevi signor Presidente, signori Amministratori e signori Consiglieri che state gestendo la NOSTRA azienda e non la Vostra impresa!

Ci auguriamo vivamente che la situazione dell’Ente non sia … Ei fu. Siccome immobile, dato il mortal sospiro, stette la spoglia immemore orba di tanto spiro ...

Attendiamo un gradito riscontro a quanto richiesto!».