Un sabato pomeriggio alla scoperta del Centro Ittiogenico Sperimentale dell’Unitus, dei problemi dell’ecosistema delle Saline e della meravigliosa biodiversità che i laboratori universitari stanno coltivando: tutto questo, e molto altro ancora, è stato l’evento promosso dall’Associazione Tarquinia Nel Cuore il 6 ottobre.

Commenta il capogruppo Alessio Gambetti: “Questa iniziativa è stata l’occasione per scoprire un lato inedito delle Saline, e per alzare ancora una volta i riflettori su di esse: abbiamo a disposizione un patrimonio unico, di cui fanno parte anche gli importanti studi dell’Unitus; tutto ciò si potrebbe tradurre in economia, turismo, valorizzazione dell’ecosistema tipico e della biodiversità… perché non sfruttarlo?”

Relatore dell’evento un cicerone d’eccezione, il professor Giuseppe Nascetti: ecologo di fama internazionale, è stato ed è tutt’ora coordinatore o partecipante di importanti progetti comunitari nel settore della conservazione e della gestione della biodiversità, ma soprattutto è persona innamorata delle Saline che da sempre si spende per le ricchezze naturali ivi presenti.

Conclude Gambetti: “Ringrazio il prof. Nascetti, che ha saputo affascinare tutti in questo viaggio nella biodiversità e nelle potenzialità delle Saline, e che ci ha dedicato il suo tempo; ringrazio inoltre i nostri amici che hanno partecipato (e con grande interesse) nonostante le condizioni metereologiche avverse: con la loro voglia di conoscere e con l’amore per le nostre Saline hanno dimostrato l’essenza di Tarquinia Nel Cuore”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email