Riglietti Sabino Alberto comunica di voler protocollare la richiesta di rinvio del Consiglio comunale per modalità di convocazione anomala e non prevista dalla legge.

«Non è stato rispettato il principio di democrazia e di trasparenza che consente ai consiglieri comunali di visionare la documentazione oggetto del Consiglio.

Infatti – denuncia Riglietti Sabino Alberto – il consiglio comunale di martedì 30.07.19 (il più importante e delicato di tutta un’amministrazione riguardante il bilancio), è stato convocato venerdi 26 in serata (ai consiglieri di opposizione), non dando loro la possibilità e i tempi di visionare i fascicoli inerenti le proposte di deliberazioni e la relativa documentazione nei 3 tre giorni liberi precedenti visto anche il sabato e la domenica come invece recita sia lo statuto comunale che il regolamento del Consiglio comunale vigente.

Visto art. 13 statuto comunale che recita: “L’AVVISO DI CONVOCAZIONE DEVE ESSERE NOTIFICATO NEI SEGUENTI TERMINI. ALMENO 3 TRE GIORNI LIBERI PRIMA DEL GIORNO STABILITO DEL CONSIGLIO”».

Visto art. 10 del regolamento del Consiglio Comunale che recita ” L’avviso di convocazione deve essere notificato nei seguenti termini: – almeno cinque giorni liberi prima del giorno stabilito per la riunione per le sedute ordinarie; – almeno tre giorni liberi prima del giorno stabilito per la riunione per le sedute straordinarie”

Commenta con il tuo account Facebook