Nella stupenda cornice dell’Auditorium di San Pancrazio e Palazzo dei Priori questi 13,14 e 15 ottobre torna Calici d’Autunno: 30 cantine selezionate, 60 bottiglie tra quelle che più rappresentano l’alta qualità made in Tuscia, stand gastronomici, musica live, formazione e molto altro per un evento che come primo obbiettivo vuole promuovere la qualità del territorio e portare il pubblico a goderne in pienezza.

A cambiare rispetto allo scorso anno è in concept dei riconoscimenti alle cantine partecipanti; lo scorso anno prevedeva quattro premi uno attribuito dal pubblico: “Il più apprezzato dal consumatore” vinto dal Lazio Igt Rosso Habemus 2014 di San Giovenale Agricola; e quattro premi attribuiti dalla giuria Fisar: “La migliore etichetta” vinto dall’ Az. Agricola Muscari Tomajoli con il Lazio IGP Rosato Velka sulla cui etichetta è raffigurata la fanciulla Velka reinterpretata magnificamente dall’ artista tarquiniese Guido Sileoni, Miglior vino quotidiano designato dalla giuria tra i vini in degustazione con un costo inferiore ai €7,00 vinto dall’ Est! Est!! Est!!! di Montefiascone Doc dell’ Azienda agricola Valleperlata, Miglior Vino Territoriale scelto tra quei vini prodotti con uve considerate autoctone e quindi con una caratteristica di tipicità che è stato attribuito all’ IGT Lazio Rosso Canaiolo Nero di Trampolini ed in fine il “Principe di Eleganza” vinto a furor di giuria dall’IGP Lazio Rosso Soremidio 2015 di Tenuta Sant’Isidoro.

Quest’anno il premio sarà unico “Calici d’Autunno 2018” e prenderà in considerazione sia la scelta del pubblico che come lo scorso anno sarà chiamato a votare, sia dei tecnici e dei ristoratori a cui in particolare sarà dedicata la giornata di Lunedì 15.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email