L’Università Agraria di Tarquinia protagonista nelle Giornate Europee del Patrimonio archeologico. Soddisfazione del Vicepresidente Tosoni e dei Consiglieri Moioli, Amato e Sacripanti.

Successo per le Giornate Europee del Patrimonio Mibac. Ancora una volta l’Università Agraria di Tarquinia protagonista nel calendario degli eventi. Infatti tra i siti inseriti nel programma anche il Pianoro della Civita con la visita al sito archeologico di Santa Restituta.

Un appuntamento importante che ha visto la partecipazione di tanti appassionati, turisti e addetti ai lavori. A fare gli onori di casa e ringraziamenti alla Dott.sa Bagnasco della Soprintendenza archeologica delle belle Arti e al suo team di esperti, erano presenti per l’Università Agraria il Vicepresidente Alberto Tosoni e i Consiglieri Rosanna Moioli, Laura Amato e Alessandro Sacripanti. Presente in rappresentanza anche il Consigliere Comunale Marco Bordi.

“Siamo veramente soddisfatti – riferisce Alberto Tosoni – per il grande risultato ottenuto con questa importante collaborazione che il nostro ente ha sottoscritto con la Soprintendenza e le Università di studi coinvolte in questo progetto di grande rilevanza scientifica e culturale”.

Le visite archeologiche alla Civita sono proseguite fino a sera con il passaggio agli importanti scavi svolti con le Università di studi di Milano e Verona in sinergia con il Prof. Mastrocinque. dall’Università Agraria ricordano che il 29 e 30 settembre si svolgerà “Civita aperta” un percorso affascinante tra i mestieri dell’archeologia dell’antica Tarchna.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email