TUSCANIA – Giovedì e venerdì i Carabinieri della compagnia di Tuscania hanno messo in campo articolati servizi a largo raggio tesi a prevenire e reprimere reati predatori e a contrastare il fenomeno dello spaccio ed uso di sostanze stupefacenti.

I servizi svolti sono stati effettuati con l’impiego di tutti i reparti dipendenti dalla Compagnia di Tuscania, schierando oltre 30 militari in uniforme, ed in abiti simulati, nonché unità cinofile antidroga della Capitale.

Al termine delle operazioni, sono stati conseguiti i seguenti risultati: un giovane 18enne arrestato in Tuscania, per coltivazione di marijuana. Al ragazzo, infatti, è stata sequestrata all’interno della propria abitazione una serra professionale di ultima generazione, dove aveva messo a dimora numerose piante di marijuana in fluorescenza.

Inoltre venivano rinvenuti fertilizzanti, bilancini di precisione, materiale per il confezionamento dello stupefacente e una e somma di danaro ritenuta provento dello spaccio. Contestualmente sono stati segnalati alla prefettura, per uso di sostanze stupefacenti, 6 giovani, trovati in possesso complessivamente di 30 grammi di hashish e 4 di marijuana.

Altre tre persone sono state denunciate a piede libero: una per porto abusivo di armi, una per aver fornito false generalità ed una per simulazione di reato. Due cittadini tunisini sono stati espulsi dal territorio nazionale per la violazione delle norme sull’immigrazione. Complessivamente i militari hanno controllato 103 persone e 88 veicoli.

Francesco Berni

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email