Continuano senza sosta le attività del Gruppo Archeologico Città di Tuscania, a partire da questo fine settimana, quando, in occasione della Festa della Lavanda 2019, i volontari dell’associazione renderanno fruibili al pubblico, in forma straordinaria, le aree archeologiche tuscanesi. Sabato 29 e domenica 30 giugno sarà possibile visitare la Grotta della Regina, grazie alla disponibilità dei funzionari della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, e la Necropoli etrusca della Peschiera. In collaborazione con l’Agriturismo Sensi di Patrizia e Claudia Sensi, nelle giornate di sabato e domenica, sarà possibile accompagnare la visita della necropoli con la visita al Casino da Caccia dei Consalvi, con la sapiente guida di Anna Rita Properzi, e la visita allo splendido campo di lavanda. Storia, archeologia e tipicità del territorio che si uniscono in modo perfetto.

Ma l’attività principale dell’estate archeologica è sicuramente la IIa Campagna di Recupero e Valorizzazione che si svolgerà dal 22 luglio al 3 agosto presso la necropoli della Peschiera, in collaborazione con i Gruppi Archeologici d’Italia, il Comune di Tuscania e d’intesa con la Soprintendenza. Un progetto ampio di recupero dell’area archeologica, che vedrà impegnati decine di volontari italiani e stranieri accolti a Tuscania, all’interno della struttura dello Stadio R. Fioravanti, e sotto la direzione di archeologi professionisti.

L’attività 2019 prevede l’ampliamento dell’area sottoposta a pulitura, con lo scopo di creare un sito fruibile a tutti ed allargare gli orizzonti della conoscenza di un settore straordinario del panorama funerario etrusco di Tuscania. I volontari saranno impegnati nell’attività di recupero degli ipogei, di pulizia e studio delle emergenze archeologiche esistenti affinché si possano chiarire le principali linee di sviluppo di questa importante necropoli arcaica.

“È infatti un nostro obiettivo – commenta il Vicedirettore Franco Livi – creare un ampio parco archeologico e naturalistico, all’interno della Riserva Naturale Regionale di Tuscania e di costruire le fondamenta di un ampio progetto di ricerca nell’ambito delle necropoli tuscanesi. Ricerca che si concretizzerà in pubblicazioni e partecipazioni a convegni e conferenze, che avranno lo scopo di far conoscere a tutti i risultati raggiunti e le scoperte effettuate. Finalmente il Gruppo Archeologico Città di Tuscania torna a ricoprire un ruolo chiave nel settore archeologico locale e nazionale. E a dimostrazione di tutto ciò sta l’elezione del nostro Direttore, il dott. Alessandro Tizi, al ruolo di Consigliere Nazionale dei Gruppi Archeologici d’Italia.

Per quanto concerne, invece, i soci, ricordiamo che è stata convocata un’importantissima seduta straordinaria dell’Assemblea dei Soci, in cui verranno discusse tutte le modifiche allo Statuto dell’associazione, in linea con quanto previsto dal nuovo Codice del Terzo Settore. Invitiamo caldamente, quindi, tutti i soci a partecipare.”

Commenta con il tuo account Facebook