Tuscania, inaugurata l’area archeologica naturalistica del Bosco Riserva

1

 

TUSCANIA – In una cornice del tutto immersa nella natura si è svolta la cerimonia di inaugurazione dell’area archeologica naturalistica del Bosco Riserva.

 

Alla manifestazione erano presenti, oltre al sindaco Fabio Bartolacci, il consigliere regionale Daniele Sabatini, il maggiore Pietro Raojola Pescarino, Comandante della Compagnia di Tuscania e Giovanni Carlo Lattanzi Direttore del’Ispettorato Agrario di Viterbo che hanno potuto apprezzare la realizzazione di un’opera così importante con i fondi regionali del Psr. Il sindaco nel suo intervento ha ringraziato per l’impegno ed il lavoro svolto l’assessore all’ambiente Vincenzo Potestio che ha curato l’evento, Paola

 

Quaranta responsabile del Ministero dei Beni Culturali per il territorio, il presidente Angelo Rauso per il sostegno della Pro Loco ed inoltre, la Croce Rossa e la Protezione Civile che hanno vigilato sul buon andamento della passeggiata. Daniele Sabatini, per conto della Regione Lazio ha riaffermato l’importanza dell’Ente Regione come struttura sovra-territoriale capace di garantire fondi per iniziative di così grande valore ambientale.

 

Ha rimarcato inoltre, la bravura di molti tecnici e funzionari dello stesso ente che garantiscono la fruibilità delle risorse economiche e la semplificazione di tutto l’iter burocratico. E’ stato bello, in una giornata di sole, vedere tanti ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori in un ambiente di festa percorrere questi sentieri naturali e rimanere affascinati dalla presenza di necropoli le cui vestigia fanno di Tuscania uno dei centri più importanti dell’epoca etrusca. Nella giornata di sabato 23 si continuerà con una passeggiata all’insegna dello sport e del relax e domenica 24 con la presentazione del sito archeologico tornato alla luce grazie al lavoro dell’Università Lorenzo dei Medici ed in particolare dell’archeologo Stefano Giuntoli (CAMNES).

 

 

 

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.