Un gran lavoro di squadra e un risultato eccellente: l’edizione numero 13 della Cesta della Cioccolata a Squajo conferma la forza di Tuscania nell’unirsi per la migliore riuscita degli eventi cittadini e nel rinnovare le tradizioni storiche. E, cosa non da poco, porta in piazza Italia e per le vie della città oltre seimila persone in due giorni.
Un weekend di entusiasmo e calore: quello umano è quello delle tazze di cioccolata, prodotta è distribuita in numeri record: una tonnellata quella consumata tra sabato e domenica, assieme a due quintali di biscotti, mentre i visitatori passeggiavano tra i quaranta stand presenti o riempivano locali e vie cittadine.
Bei momenti di aggregazione anche quelli a contatto con lo sport: sul palco, alternandosi alla musica, alcune delle squadre della città pronti ad affrontare i campionati, a partire dal Tuscania Volley impegnata in serie A2.
La Festa della Cioccolata a Squajo è stata organizzata dal Comune di Tuscania, dalla Pro Loco e da Solidalia Onlus, con la collaborazione di MASCI, Croce Rossa Italiana, Protezione Civile, centro diurno “D. Bellomarini”, guardie ecozoofile EITAL ed Essential, oltre che della Pasticceria Chantilly, nelle persone della pasticciera Sofia Pierantozzi e dello chef Gino Stella, del Centro Grafico Almo e de lextra.news per la promozione e comunicazione. Un ringraziamento da parte degli organizzatori va a Pasticceria Rinaldi, Impresa SAC Idraulica di Stefano Cecchetti, Conad Tuscania e Ditta Bordi.
Articolo precedentePartita di calcio Viterbese 1908-Siena, attenzione alla viabilità
Articolo successivoSoriano, ad Agnocchetti, Wertmüller e Clarioni il Premio Vojola d’oro