L’onorevole Mauro Rotelli è stato ospite, ieri venerdì 26 ottobre, della DiMar group di Valentano azienda leader nel settore della pelletteria Made in Italy.

Presenti, nella sala conferenze dell’azienda insieme al parlamentare, anche il primo cittadino Stefano Bigiotti, il suo vice Emanuela Zapponi e parte della giunta comunale, per discutere insieme ai titolari e fondatori dell’azienda il futuro della stessa.

“Come rappresentante del comune posso solo dire che per me è motivo di orgoglio poter vantare una realtà come la DiMar group – ha dichiarato il sindaco Stefano Bigiotti – Ringrazio l’onorevole Rotelli per la sua visita, che testimonia la sua grande attenzione e vicinanza al nostro territorio. Il tessuto industriale valentanese ha una valenza che travalica i confini della città e ha assunto rilievo di carattere nazionale. L’amministrazione collaborerà con le istituzioni, rappresentate in questa occasione dal parlamentare Rotelli, in maniera fattiva e sinergica al fine di valorizzare queste eccellenze”.

Soddisfazione anche per il deputato, che si è dichiarato desideroso di ottimizzare il tempo passato con i vertici dell’impresa. “La DiMar è una realtà di cui avevo sentito spesso parlare- ha dichiarato Mauro Rotelli- Ho avuto l’occasione di visitarla, ma non si tratta di una semplice passarella. Si tratta di mettersi a disposizione dell’impresa, non solo per quanto riguarda Valentano, ma per quanto riguarda l’intera provincia di Viterbo, che intendo come un unicum. Il nostro territorio dimostra che è possibile ancora fare manifattura in Italia con grande serietà e che proprio serietà, qualità e affidabilità fanno la differenza”. Un gruppo che si è distinto negli anni per la gestione manifatturiera sempre all’avanguardia e che ha conquistato brand importantissimi del mercato internazionale, che ancora una volta afferma la propria stabilità, annunciando un incremento del portafoglio clientelare e l’esigenza di ampliare luoghi di lavoro e dipendenti in tempi molto brevi. “Stiamo avviando un processo di ampliamento – ha spiegato Fabio Martinelli uno dei titolari – In due anni abbiamo previsto di portare avanti un piano assunzioni dirette di circa 200 figure professionali formate, forse anche qualcuna in più, oltre ad un ampliamento strutturale dei capannoni che ospitano l’azienda. Per fare questo in tempi brevi, come richiesto dai nostri clienti, abbiamo bisogno di superare e snellire la burocrazia, per questo motivo stiamo cercando una collaborazione con le istituzioni. Siamo certi che sia l’amministrazione locale che quelle centrali ci verranno incontro”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email