Il Comune di Valentano è tra i beneficiari del finanziamento per i “Progetti locali per la Rigenerazione Culturale e Sociale nell’ambito” dell’investimento “Attrattività” dei Borghi, promosso ad inizio anno dal MIBACT, in attuazione alla missione “Turismo e cultura” del Pnrr.

Un finanziamento di circa 1,6 milioni di euro sarà così destinato alla rigenerazione e alla riqualificazione del tessuto storico del paese, mediante l’esecuzione di dodici interventi diversi, organizzati attraverso molteplici forme di partenariato e già orientati ad assicurare il restauro dei Beni Culturali presenti nel paese, oltre le finalità di promozione turistica e di innovazione tecnologica e digitale del borgo.

Siamo estremamente orgogliosi e soddisfatti per aver raggiunto questo risultato storico” ha dichiarato il Sindaco, Stefano Bigiotti, “mai prima d’ora il Comune di Valentano aveva ricevuto un finanziamento così importante. Grazie all’impegno e alle competenze dell’Ente, saremo in grado di poter avviare un vero e proprio rinascimento per il nostro amato borgo, disponendo ora delle risorse economiche necessarie per valorizzare in maniera sostanziale il patrimonio materiale e immateriale del centro storico”.

Il progetto finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali è nato in forma partecipata, avendo coinvolto da subito associazioni di categoria rilevanti come la Coldiretti, i Presidi Slow Food, il CAI e l’Ordine degli Architetti di Viterbo, insieme a partner privati importanti e riconosciuti, come la DiMAr Group, l’azienda agricola Elvio Biagini, la Smartway Srl e operatori economici di fama e rilevanza territoriale, come Carlo Zucchetti.

Una progettazione allarga e condivisa, a cui hanno partecipato anche start-up innovative, quali Apical Srl e South working, oltre agli Enti del Terzo Settore che avevano risposto all’Avviso promanato dall’Ente (la Pro Loco di Valentano e tutte le associazioni locali).

Un lavoro sperimentale sinergico e sussidiario, redatto secondo i dettami della progettazione europea, che ha consentito di raggiungere il target prefissato dall’Amministrazione, nell’esclusivo interesse della comunità Valentanese.

Non posso che ringraziare Emanuela Zapponi, Roberto Bordo e Lorenzo Ranucci per l’impegno che hanno profuso in questa attività tanto ardua quanto stimolante”, ha continuato il Primo Cittadino, “come anche l’Arch. Pagliaccia e tutti gli Uffici Comunali, oltre ai numerosi stakeholders che hanno creduto nelle potenzialità di Valentano e nella capacità progettuale dell’amministrazione, rispondendo positivamente agli avvisi pubblicati dall’Ente. Un ringraziamento particolare sento di rivolgerlo al Comitato Tecnico-Scientifico di ANCI Lazio, nella persona del Dott. Andrea Vignoli, per il costante supporto assicurato al Comune di Valentano in questa avventura”.

Il programma complesso sviluppato dall’Ente sarà a breve presentato ai cittadini attraverso appuntamenti pubblici dedicati a descrivere la moltitudine di interventi previsti e di prossima realizzazione, che dovranno essere completamente realizzati entro il 2026, grazie al milione e mezzo di euro conseguito dal Next Generation EU.

Articolo precedenteMontefiascone, nuovi Punti di verifica per i pellegrini
Articolo successivoWiPlanet: I falisci con il Lazio primi tra le regioni