VALENTANO – Con la pubblicazione degli atti di gara inizia finalmente il percorso operativo che porterà, nel corso dell’anno 2023, alla completa demolizione dello stabile comunale di Via del Ritiro. Grazie al finanziamento conseguito dall’Ente nell’ambito della Strategia Nazionale per le Aree Interne, al posto dell’immobile oggi fatiscente sarà realizzato l’Access Point del Geoparco della Tuscia, uno spazio polivalente che potrà ospitare conferenze, panel espositivi e rappresentativi del ricchissimo patrimonio naturale del territorio, laboratori didattici e forum culturali.

“Un intervento di grande importanza per Valentano”, così lo ha definito il Sindaco Stefano Bigiotti, “che i cittadini attendevano da tempo e che segna il momento di inizio della riqualificazione dell’ex cava come parco pubblico. Siamo orgogliosi di poter finalmente presentare un’opera che ha richiesto grandi sforzi amministrativi in questi anni, necessitando dell’assenso di sette ministeri diversi, della Regione Lazio, dell’Agenzia di coesione e del Consiglio dei Sindaci interni alla strategia d’area.”

L’intervento ricade infatti tra le opere finanziate mediante la strategia complessiva che interessa diciotto comuni della Tuscia e di cui il Comune di Tuscania è capofila, una complessa macchina amministrativa, i cui risultati rappresentano il frutto di concertazioni e sinergie provenienti da ogni attore amministrativo ed ente del territorio, la cui elaborazione e approvazione ha richiesto un lavoro corale lungo ed articolato.

“Ringrazio il Sindaco Bartolacci e la Manager d’area, la Dottoressa Giannarini”, ha continuato il Primo Cittadino, “come anche il nostro delegato ai lavori pubblici, l’Ing. Lorenzo Ranucci, il Responsabile dell’Ufficio, l’Arch. Piergiorgio Pagliaccia, l’Arch. Angelo Balducci, progettista delle opere e la Responsabile della CUC della Provincia di Viterbo, Roberta Mezzabarba, che a vario titolo hanno assicurato una strenua collaborazione all’amministrazione comunale nel perseguire questo importante obiettivo. Con la demolizione e ricostruzione dello stabile degradato di Via del ritiro il Comune di Valentano può finalmente porre fine ad una questione atavica, conferendo decoro e dignità all’ingresso del nostro paese e restituendo alla collettività uno spazio pubblico debitamente riqualificato”.

Articolo precedenteCivita Castellana, controlli dei Carabinieri antidroga nelle scuole
Articolo successivoApprovato il progetto relativo al servizio gestione rifiuti urbani, spazzamento stradale e altri servizi accessori