«A causa della delicata questione, sia umana che giudiziaria, abbiamo atteso qualche giorno, come gruppo consiliare, prima di intervenire in merito alla nota vicenda che ha visto coinvolti due nostri militanti (ora sospesi in via cautelativa).

Tuttavia, – scrive CasaPound Italia Cimini – non possiamo più esimerci dal farlo, vista la piega “politica” che ha preso la storia.

Invitiamo quindi associazioni, amministrazioni, partiti e quant’altro a non associare l’attività che CasaPound porta avanti nei territori da tempo a questo avvenimento, essendo esso un fatto evidentemente privato che verrà giudicato nelle opportune sedi.

Ciò che ha colpito in maniera particolare, tra gli innumerevoli deliri, sono le dichiarazioni del Sindaco di Vallerano sul Corriere della Sera del 29 aprile 2019 in un articolo a firma di tale Goffredo Buccini dove letteralmente dichiara :” I trecento che li hanno votati sono complici morali di questa gente, questi che io definisco un partito tra virgolette”.

Parole di una gravità incredibile, per le quali chiediamo una smentita.

Ci sorprende un attacco così diretto ad una parte del popolo valleranese che lui ha definito in pratica complice di questa vicenda giudiziaria.

Cosa significa? Che chi vota CasaPound accetta lo stupro? (tutto ancora da verificare peraltro e noi, lo ripetiamo, confidiamo nell’innocenza dei due ragazzi).

Lo giustifica? Dovrebbe quindi giustificarlo anche il Sindaco visti i casi passati in giudicato (questi sì), o meno, del dirigente romano Bianchini del PD o dei “bravi” ragazzi dei centri sociali di Parma e Napoli o di Enzo Liguoro, presidente dell’associazione immigrazionista MamAfrica, accusato addirittura di aver abusato di un bambino del Togo (guarda caso, gli ultimi tre episodi, sono passati quasi del tutto in sordina).

Invitiamo quindi gli amministratori locali e non ad abbassare i toni, per rispetto dei Valleranesi tutti e delle famiglie coinvolte, e a non usare questa storia per provare ad accaparrarsi meschinamente qualche consenso».

Commenta con il tuo account Facebook