Primi due anni di attività per l’amministrazione comunale di Vallerano e per la giunta guidata da Adelio Gregori.

Come abbiamo fatto per i nostri primi 365 giorni di lavoro – commenta il sindaco – anche quest’anno, in totale trasparenza, abbiamo scelto di fare una breve rendicontazione pubblica e di tracciare le linee guida di quelli che saranno gli obiettivi che intendiamo raggiungere, nel breve e nel medio periodo”.

Un resoconto e un programma operativo che acquisiscono ancora maggior valore al termine dell’emergenza COVID-19 che, come comunità, ha visto impegnati i valleranesi nel rispetto delle norme comportamentali necessarie a fronteggiare la diffusione del virus e che ha caratterizzato l’Amministrazione locale in uno sforzo importante a sostegno di tutti i cittadini più bisognosi di attenzione, grazie alle risorse messe a disposizione dalla Regione e dal Governo.

Un impegno – spiega Gregori – che, al momento, ci consente di essere inseriti nella lista dei comuni COVID free della Tuscia e che sarà confermato anche nel bilancio comunale, di prossima approvazione, nel quale abbiamo inserito provvedimenti mirati in favore delle nostre attività produttive. Un bilancio a cui abbiamo lavorato davvero tanto e che si conferma per i conti in ordine: motivo di grande soddisfazione per tutto il nostro gruppo di lavoro”.

Diversi sono gli ambiti di attività che hanno contraddistinto i primi due anni di amministrazione comunale.

Partirei dalle numerose iniziative sul fronte del sociale, delle politiche giovanili, della promozione della salute, delle attività culturali e della salvaguardia del nostro patrimonio storico e architettonico – prosegue Gregori -. Tante, infatti, sono le iniziative che, in questi primi due anni, abbiamo messo in campo. Fortemente convinti che il nostro compito non sia solo l’ordinaria amministrazione, a cui pure ci siamo costantemente dedicati, ma anche indicare un percorso di crescita collettiva, nel segno di valori per noi indiscutibili. Come la tolleranza, il rispetto delle diversità, i principi antifascisti della Costituzione, l’inclusione come valore aggiunto e come motivo di rafforzamento delle nostre radici e tradizioni. Per questo abbiamo puntato molto sui giovani, coinvolgendoli in numerose iniziative, come il progetto europeo Strings, il calendario di Ottobre solidale, il premio letterario Corrado Alvaro e Libero Bigiaretti, il progetto Vallerano comune cardioprotetto e, grazie alla collaborazione con l’istituto scolastico, nello svolgimento di incontri importanti, come quello realizzato per le giornata della memoria e per la giornata contro la violenza sulle donne”.

Da questo punto di vista, particolare attenzione è stata riservata alla messa in sicurezza e al potenziamento dei plessi scolastici e delle strutture destinate alle giovani generazioni. “Basti pensare – aggiunge il primo cittadino – che in due anni abbiamo concluso i lavori e inaugurato l’edificio che ospita i ragazzi che frequentano le classi di ordine primario e secondario, rifatto la copertura del nido e della scuola materna, ristrutturata la palestra comunale, messo a norma tutti gli impianti presenti negli edifici scolastici e avviato la gara per l’affidamento dei lavori di risistemazione del campo sportivo, affinché si possa tornare a fare sport in una struttura moderna e sicura, senza il bisogno di recarsi in altri paesi”.

Sociale, cultura, ma anche politiche ambientali “Con un progetto – spiega Adelio Gregori – che vede impegnata l’Amministrazione di Vallerano, insieme ai comuni limitrofi, e che presenteremo a breve. Obiettivo: mettere in campo azioni concrete per un utilizzo sostenibile e consapevole del patrimonio verde e di sostegno dei prodotti tipici locali. A questo va aggiunto il potenziamento e l’incremento significativo della raccolta differenziata, la realizzazione di una prima isola ecologica e l’affidamento dei lavori di una seconda che sarà inaugurata nelle prossime settimane. E, ancora, lo svolgimento delle giornate ecologiche e di altre numerose iniziative green. Infine, sarebbe davvero lungo l’elenco degli interventi che, in 24 mesi, abbiamo realizzato. Basti pensare che, quasi ogni mese, il nostro territorio è stato interessato dalla presenza di almeno tre cantieri aperti e di lavori in corso simultaneamente. A conferma della nostra capacità di accedere a finanziamenti pubblici, regionali, governativi ed europei. Altri sono in fase di avvio. Contiamo a breve di comunicarli e di condividerli con tutta la nostra comunità. Insomma, ci stiamo mettendo l’anima e il cuore in questa esperienza amministrativa, forti delle nostre convinzioni, ma anche consapevoli dei limiti che cerchiamo di superare ogni giorno. Forse dovremmo parlare di più, ma, in fin dei conti, preferiamo parlare con i fatti e con le persone, anche attraverso i social, ma non esclusivamente con questi mezzi di comunicazione, come fanno altri. Forse perché quando si ha poco da dire, lo si preferisce fare online ‘arricchendolo’ di contenuti strumentali e cercando di ‘promuovere’ concetti e principi che dividono, piuttosto che unire. Forse auspicano che polarizzare le posizioni possa tornare a loro favore. Noi non la pensiamo così e andiamo avanti per la nostra strada, grazie anche al sostegno e alla vicinanza di tanti nostri concittadini”.