Grandissima partecipazione e sentita commozione ieri ad Amatrice.

I rappresentanti dell’associazione di volontariato Royal Wolf Ranger e dell’amministrazione comunale di Vasanello, il sindaco Antonio Porri, il presidente del consiglio Francesco Ricci, gli l’assessori Ilaria Tranfa e Massimiliano Creta, alla presenza del consigliere regionale ed ex sindaco Sergio Pirozzi e dell’attuale primo cittadino Filippo Palombini, hanno consegnato le chiavi del centro aggregativo all’interno della zona rossa.

La struttura, realizzata grazie alla raccolta fondi comune tra Vasanello, Soriano e Bassano in Teverina (presenti ieri, rispettivamente, anche il sindaco Fabio Menicacci e il sindaco Alessandro Romoli) è stata finalmente inaugurata dopo le innumerevoli vicissitudini burocratiche che ne hanno ritardato ripetutamente la consegna dai tragici eventi del 24 agosto del 2016.

All’indomani dello spaventoso terremoto, i cittadini dei tre paesi si sono attivati nell’immediato per cercare di aiutare le popolazioni segnate in maniera così pesante.
Sono state organizzate cene di solidarietà, vendite di gadget, raccolte di donazioni private.
Alla fine l’intera somma è stata utilizzata, come richiesto espressamente dai residenti, per la realizzazione di una struttura polifunzionale dove ritrovarsi, scambiare due chiacchiere, vedere la tv, perché un paese torna a vivere “se ci sono le relazioni sociali”.

Soddisfazione per il risultato raggiunto ma, nello stesso tempo, necessità di non abbassare la guardia sono stati espressi da tutti i presenti, coesi nel sostegno ad Amatrice e nella convinzione che la forza della solidarietà può far tornare a vivere un territorio.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email