Vasanello

VASANELLO -Vasanello si prepara alle festività patronali in onore di san Lanno, in programma dal 4 al 7 maggio. Anche dal punto di vista della sicurezza e della tutela dei cittadini.

Durante questi ultimi mesi, si sono svolti diversi incontri tra i vari organi competenti. Per poter stilare un piano che garantisse la massima tutela possibile in ottemperanza alle prescrizioni della circolare Gabrielli e del decreto Minniti.

Alle riunioni, coordinate dal presidente del Consiglio con delega alla Sicurezza, Francesco Ricci e dal presidente dell’associazione Royal Wolf Ranger del Lazio, delegazione di Vasanello, hanno preso parte tutti i vari attori. Coinvolti a vario titolo nella gestione di questo delicato ruolo, dall’amministrazione comunale alla Protezione Civile, dalla Polizia Locale ai carabinieri. Dal comitato festeggiamenti ai carabinieri in congedo, fino ai tecnici e alla Croce Rossa.

Nei giorni dei festeggiamenti, coordinati da una sala operativa posta in piazza, saranno presenti circa trenta volontari della Protezione Civile. Cinque carabinieri in congedo per il controllo delle vie di fuga in piazza. Cinque rappresentanti della polizia locale, diverse pattuglie di carabinieri, due ambulanze, un medico e tre squadre a piedi. Nonché cinque bodyguard nell’area concerti per coprire la zona palco a garanzia del comitato, diverse pattuglie messe a disposizione dal Comune in virtù dell’interessamento del consigliere Purchiaroni.

Via Marconi sarà chiusa con delle barriere antiauto a protezione della zona pedonale. E diverse postazioni di blocco saranno presenti sul territorio coadiuvate dalla Polizia Locale.

A tutti gli organi competenti è stato inoltrato il piano di sicurezza comprensivo del piano parcheggi (campo sportivo e fine via Marconi) segnalato attraverso apposite indicazioni poste dal Comitato e del piano medico.

Le operazioni, coordinate per la parte operativa dal comandante dei carabinieri Scoscina, hanno evidenziato la massima collaborazione tra istituzioni ed autorità civili e militari. Al fine di garantire la massima sicurezza dei cittadini che potranno così godere della festa in totale tranquillità.

“Le varie e dettagliate prescrizioni previste dal piano di sicurezza – spiega Ricci – sono il frutto di un impegno costante e di un lavoro ormai decennale nel settore.

L’obiettivo è quello di garantire al massimo la tutela dei cittadini. Ai quali va comunque il mio appello di provvedere, anche in maniera autonoma, a misure preventive a garanzia delle proprie abitazioni.”

“Le pattuglie messe a disposizione del Comune – conclude il sindaco Porri – si occuperanno di garantire i residenti delle zone più isolate del paese, le vie di campagna e le zone periferiche del centro abitato. Tutto ciò per fornire una copertura a 360°. Con fondi messi a disposizione specificamente per questo scopo dall’amministrazione. Che conferma, ancora una volta, l’attenzione e la salvaguardia di ogni famiglia.”
Commenta con il tuo account Facebook