«Anche quest’anno – commenta il Consigliere Comunale Giovanni Gidari, Movimento Civico “Progetto Vetralla”, – l’Amministrazione del Sindaco Coppari, riguardo la decisione sul piano di dimensionamento scolastico per l’anno 2019-2020, ha dimostrato la consueta incapacità amministrativa penalizzando fortemente le scuole della nostra città.

Con atto di G.M. n. 234 del 4/10/2018 ha deliberato di mantenere inalterato l’attuale assetto della rete scolastica, ignorando di fatto i pareri dei Consigli di Istituto delle nostre scuole, perdendo nuovamente l’occasione per un concreto sviluppo del territorio, creando conseguenti ricadute negative a medio e lungo termine.

Infatti, il Consiglio di Istituto del Comprensivo “Piazza Marconi” ha deliberato in data 03 Ottobre u.s, all’unanimità, di prevedere, per l’anno scolastico 2019-2020, un unico Istituto comprensivo che raggruppi tutte le scuole dell’infanzia, primarie e media che insistono nel comune di Vetralla al fine di: “ …. garantire la continuità e la stabilità nel tempo delle scuole vetrallesi, salvaguardando l’identità storico-culturale e i rapporti con il territorio, innalzando il complessivo livello di prestazione del servizio scolastico”.

E’ bene evidenziare che per l’istituzione di un unico istituto comprensivo le linee guida della Regione Lazio stabiliscono, tra l’altro, un numero minimo di 600 e un massimo di 1200 alunni; le scuole di Vetralla hanno oltre 1.000 iscritti e gli altri requisiti per costituire un unico Istituto (così come è stato deciso per tutti i comuni medio/grandi della provincia) e non si capisce quali siano le motivazioni occulte che ne impediscono la sua formazione.

L’Amministrazione del Sindaco Coppari continua ad ignorare che gli Istituti scolastici, per fare progetti a lungo termine e mettere in campo iniziative di largo respiro, hanno bisogno di stabilità per una visione unitaria e progettuale che assommi tutti gli ordini di scuola.
Il Piano di dimensionamento è finalizzato a dare stabilità nel tempo alle Istituzioni scolastiche, ridurre i disagi per gli alunni e facilitare l’offerta formativa.

Per la totale assenza di proposte e di concretezza della maggioranza del Sindaco Coppari, la nostra città è stata “scippata” della Presidenza dell’Istituto Superiore “Canonica”, che è andato a far parte dell’alberghiero di Caprarola, e al Comprensivo di Piazza Marconi è stata unita artificiosamente la Scuola Media di Monte Romano con pochissimi alunni.
Le nostre scuole di fatto sono state totalmente penalizzate!

E’ necessario quindi che la maggioranza del Sindaco Coppari riveda immediatamente la negativa proposta che ha deliberato al fine di non penalizzare ulteriormente le scuole del territorio comunale e assicurare stabilità e continuità nel tempo nell’interesse degli alunni, dei docenti e di tutti gli operatori scolastici».

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email