«Il Movimento Civico “Progetto Vetralla” si è riunito per esaminare la caduta del secolare leccio nella Villa Comunale di Vetralla.

Come al solito – comunica Giovanni Gidari, Consigliere Comunale “Progetto Vetralla” – l’Amministrazione Coppari cerca di arrampicarsi sugli specchi per giustificare la propria incapacità di risolvere i problemi.

Infatti, dei vari comunicati sui social, si è cercato di giustificare la gravissima inefficienza dicendo di aver incaricato un esperto del settore ed aver effettuato tutti gli accorgimenti necessari, attribuendo addirittura come possibile causa dell’accaduto anche la realizzazione di interventi infrastrutturali che non si sarebbero dovuti effettuare.

“Progetto Vetralla” sottolinea come il gravissimo fatto verificatosi avrebbe potuto compromettere seriamente la sicurezza dei nostri concittadini e, in particolare, dei numerosi bambini presenti che, con i loro genitori abitualmente frequentano la Villa Comunale.

Con un’attenta e fattiva Amministrazione ciò non si sarebbe assolutamente verificato.

Una buona Amministrazione, impegnata ad offrire servizi ai cittadini, avrebbe dovuto curare la manutenzione del verde pubblico e del patrimonio ambientale, verificando, con attenzione, le possibili situazioni di pericolo e mettendo in campo tutte le misure di prevenzione necessarie.

Non si tratta, quindi, né di sfortuna, né di un evento imprevedibile, come hanno tentato goffamente di giustificare con i vari comunicati: si tratta invece di un evento largamente prevedibile di fronte al quale l’Amministrazione Coppari ha agito con immobilismo e leggerezza.

Nonostante la gravità del fatto, continua l’indifferenza dell’Amministrazione: infatti, nella riunione dei Capi Gruppo Consiliari tenutasi il 22/08/2019, ci saremmo aspettati la partecipazione del Sindaco Coppari, per riferirci notizie sull’accaduto e comunicare possibili date per la Commissione Consiliare e del Consiglio Comunale riguardo le decisioni da prendere in merito all’accaduto.

Dal momento che, anche in quella occasione, il problema è stato completamente ignorato, ho sollecitato, personalmente, il Presidente del Consiglio Comunale, che mi ha assicurato la convocazione delle sedute per l’esame della situazione e delle determinazioni conseguenti».

Commenta con il tuo account Facebook