«Spiace, in qualità di consiglieri comunali e, soprattutto, come cittadini, dover rilevare una grave mancanza da parte dell’attuale Amministrazione.

In occasione della Giornata della Memoria, ricorrenza internazionale in commemorazione delle vittime dell’Olocausto, – denuncia Passione Civile Vetralla – non è stato previsto alcun tipo di cerimonia, iniziativa, momento comune  ed ufficiale di riflessione, come, tra l’altro, prevede la legge 211 del 2020, oltre a non coinvolgere i consiglieri e le rappresentanze locali.

Così, mentre tutti i Comuni italiani si apprestavano alla commemorazione organizzate già da tempo, con iniziative condivise nel rispetto delle normative Covid, l’Amministrazione Aquilani si limitava ad emanare uno striminzito quanto tardivo messaggio sui social solo nel tardo pomeriggio di ieri (dopo che qualcuno si è preso la briga di farlo notare) annunciando la deposizione di un mazzo di fiori; un post “riparatore” pubblicato in fretta e furia senza alcun tipo di invito ufficiale per mail ai consiglieri nei giorni precedenti, come invece prevede la  prassi amministrativa.

Appare ancora più grave il mancato messaggio alle generazione future; un semplice mazzo di fiori! Noi di Passione Civile  che nei 5 anni di nostra amministrazione abbiamo commemorato questa giornata con iniziative importanti, siamo convinti che Vetralla, nonostante le ormai numerose mancanze dell’Amministrazione Comunale, non meriti di essere dipinta come una città senza memoria!»