Dopo il grandissimo successo della “Cena in Ottava rima con passatella finale”La Valle del Burano è pronta per una nuova, avventurosa “Cena narrata” dal titolo: “A cena con i Briganti”. Giovedì 27 giugno.

Il brigantaggio fu una forma di banditismo caratterizzata da azioni violente a scopo di rapina ed estorsione ma, in certe realtà sociali ed economiche, assunse risvolti insurrezionali a sfondo politico e sociale. La tradizione ha conservato, infatti, il ricordo di alcuni briganti, buoni coi deboli e coi poveri, fieri e crudeli coi ricchi e i potenti. Narreremo questo e molto altro, nella Cena curata da Vincenzo Pasquinelli, cuoco con 36 anni di esperienza e fondatore, insieme a Lorena, de La Valle del Burano, che ha preparato un menù speciale per l’occasione, ispirandosi a quanto potevano mangiare i Briganti “alla macchia”, e Andrea Natali esperto in Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali, Narratore di Comunità e socio onorario dell’Accademia della Cultura Enogastronomica, con la collaborazione di Amerildo Menditto, appassionato di storia locale e di poesia.

Protagonista sarà Pietro Benedetti, Attore, Regista, Narratore di Comunità, Poeta a braccio, nella veste del brigante Fioravanti, sodale e, per alcuni, traditore di Domenico Tiburzi, senza dubbio il più famoso tra i briganti di Maremma.

Prenotate a “La Valle del Burano” Via della Noce, 29 – 01019 Tre Croci Vetralla (VT)

Commenta con il tuo account Facebook