Una fila composta e ordinata, una organizzazione che sotto il profilo della sicurezza ha permesso lo svolgersi dell’evento tenendo conto di tutte le norme anticovid vigenti, nonché della canalizzazione controllata, in entrata e in uscita, delle famiglie intervenute.

Tanti i bambini che non hanno voluto mancare l’arrivo della befana, che scendeva in modo avventuroso nel Regno di Babbo Natale a Vetralla, e nella realizzata fantasia dei bimbi da un elicottero dell’Esercito Italiano.

Una manifestazione, quella del 6 gennaio, all’insegna della solidarietà in favore del piccolo Matias. Alla presenza della mamma, della sorella e dello zio del piccolo, l’elicottero è rimasto in mostra statica fino al pomeriggio, permettendo ai bambini presenti e visibilmente emozionati, di poter vedere l’elicottero da vicino e fare le foto di rito nei pressi dell’aeromobile, purtroppo con le restrizioni Covid.

Intervenuti tra gli altri, oltre il sindaco Aquilani, anche il prefetto Bruno e alcuni ufficiali dell’Esercito Italiano. Ci sono molti modi per essere vicini a chi  attraversa un momento di forte fragilità, come quello che vive la famiglia di Matias in questo momento, e l’Esercito Italiano, da sempre sensibile a simili iniziative, ha voluto dare il proprio contributo con un gesto significativo di vicinanza nei confronti dei più piccoli.

Un modo per non dimenticare, ma nello stesso tempo per essere utile, nella concretezza, a questo nucleo duramente colpito. Una famiglia che però, dopo il tragico episodio è stata inondata dall’affetto e dal sostegno dell’intero paese.

L’aeromobile, dopo aver regalato una giornata di emozioni, sotto lo sguardo incuriosito dei presenti, ha poi decollato e ripreso il volo per ritornare alla base. Sullo sfondo tante attrazioni, quelle del Regno di Babbo Natale, che hanno reso ancora più suggestivo, l’arrivo e la permanenza di questa Befana così speciale.