VETRALLA – Con la Carta di Identità elettronica, già operativa nel Comune di Vetralla, da oggi è possibile dare il proprio consenso, o diniego, contestualmente al rinnovo del documento, alla donazione di organi e tessuti in caso di morte. Si tratta di una semplice dichiarazione di volontà, che confluisce nel Sistema Informativo Trapianti, già in vigore in molti Comuni italiani, che rappresenta un’importante scelta di civiltà ed un grande gesto di generosità nelle mani della cittadinanza. La nuova carta d’identità è dotata di tutti i sistemi di sicurezza per la registrazione dei dati e per la verifica dell’identità del titolare, anticlonazione ed anticontraffazione.

“Sono contenta che anche a Vetralla sia possibile compiere scelte di grande senso civico, come la possibilità di donare organi e tessuti in caso di decesso e di dichiararlo nel proprio documento. L’Italia, sotto questo aspetto, si dimostra un Paese generoso: nel 2017 i Comuni che hanno avviato la procedura sono stati 2.217, in aumento rispetto al 2016 (1.374).
Anche per questo diminuiscono i pazienti in lista di attesa di trapianto. Per il Sistema Informativo Trapianti e per la rete sanitaria costituisce una grossa mano d’aiuto. Si tratta tra l’ altro di una scelta assolutamente facoltativa, revocabile in qualsiasi momento rinnovando la Carta d’identità”, afferma Giulia Ragonese, Presidente del Consiglio comunale di Vetralla.

Per informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio anagrafe.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email