«Abbiamo letto in questi giorni le dichiarazioni di alcune forze politiche che, puntualmente, creano allarmismo infondato tra i cittadini per pura propaganda politica.

A seguito di una attenta valutazione delle alberature, sia all’interno della villa comunale che fuori, – precisa l’Amministrazione comunale di Vetralla – l’albero di cui sopra si presentava secco ma saldo, non evidenziando una immediata urgenza di rimozione.

E’ stato programmato pertanto il suo abbattimento, come previsto anche per altre alberature, valutandolo nel piano di programmazione che viene sistematicamente effettuato.

A dimostrazione della corretta valutazione fatta dagli uffici competenti, nonostante il fortissimo vento dei giorni scorsi, l’albero è rimasto intatto.

Quindi il rischio paventato dai genitori e volutamente portato alla ribalta in questi giorni sembra davvero eccessivo. Dopo giorni di venti fortissimi persistenti che hanno fatto contare decine e centinaia di alberi caduti a Roma ma anche in altri comuni della provincia di Viterbo, nel comune di Vetralla non ci sono stati danni, se non fuori, su alberature esterne al centro abitato, a dimostrazione della attenta valutazione dei rischi effettuata.

Lo stesso albero secco, ma saldo e non caduto, conferma che era stato sottoposto ad una corretta analisi. Ciò testimonia l’infondatezza di certi timori e, senza voler polemizzare, è facile riempirsi la bocca con parole come: “il rischio per i nostri figli! l’incolumità dei cittadini!”.

Di contro, invece, c’è la responsabilità di chi amministra e deve fare delle scelte attente ed oculate, dando le giuste priorità in base a quelle che sono le disponibilità e le valutazioni effettive di pericolo.

Pertanto questa amministrazione non accetta lezioni di sicurezza da chi volutamente utilizza la scuola per strumentalizzare, cavalcando i timori per pura propaganda politica.

Siamo sempre stati estremamente attenti e corretti a tutto ciò che riguarda il piano sicurezza facendo anche scelte difficili come quella di chiudere la scuola materna di P.zza Cavour di Vetralla,la quale presentava dei seri rischi per l’incolumità.

Pertanto rimandiamo al mittente l’accusa di “incapacità di valutare la sicurezza, mettendo a rischio i cittadini”, perché abbiamo dimostrato proprio il contrario».

Vetralla, pericolo per abete secco nel cortile della scuola

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email