Il 25 novembre prossimo in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne, il Comune di Vetralla invita tutti a partecipare all’evento organizzato dall’amministrazione stessa, che si terrà presso Palazzo Zelli alle ore 18. L’evento organizzato consisterà in un reading della Fiaba per adulti dal titolo “Il Castello blu della speranza” a cura dell’autrice Vittoria Arena: Judith intraprende il viaggio della sua giovane vita, illuminata solo da una piccola lanterna e dalla speranza che arde nel suo cuore come la fiaccola che nella notte oscura risplende su al castello. Ma la dimora di Barbablù è insieme ‘Incanto’ e Trappola’.

La storia è stata rivisitata sulla chiave del libro “Donne che corrono con i lupi” di Clarissa Pinkola Estès e di come il ruolo tra vittima e carnefice rappresenta spesso i due estremi di un processo di non traumi non risolti. L’ ombra non guarita che richiama altra ombra. E’ stata fatta anche un’ opera lirica nel 1918 sul tema di Barbablù. L’autore ungherese è Béla Bartok e il titolo originale Herzog Blaubarts Burg (il castello del duca Barbablù). Secondo altre fondi la vicenda è stata ispirata alla vicenda truce di Gilles de Rais il compagno d’ armiprediletto di Giovanna d’ Arco che aveva seviziato e ucciso più di 150 bambini e ragazzi al suo castello.

La versione del 25 novembre prossimo è a cura di Vittoria Arena ed è l’ennesima possibilità giocata in chiave di fiaba musicata per sondare tra le pieghe delle nostre emozioni, ricadute e possibili soluzioni.

Il tutto sarà accompagnato dalla voce di Maria Morena Lepri e dalle musiche di ed a cura di Massimo Bianchini.

Il tema della violenza sulle donne è ancora attuale e ne sono dimostrazione i fatti orrendi che quotidianamente leggiamo sulla cronaca nazionale e sulla cronaca locale. L’amministrazione comunale di Vetralla si è sempre mostrata sensibile a tale tematica e continua a farlo proprio in occasione della giornata internazionale dedicata a tale problema, perché la violenza sulle donne continua ad essere ancora un problema che tutti noi dobbiamo affrontare. Alla fine del reading sarà aperto un dibattito dove tutti i partecipanti potranno rappresentare le proprie emozioni, i propri pensieri, le proprie opinioni nel rispetto della libertà che deve essere garantita a tutti noi.

All’interno del palazzo Zelli verrà anche allestita una mostra pittorica a cura dell’autrice Rita passeri.