Sabato 27 ottobre anche gli iscritti al Circolo PD di Vignanello sono stati chiamati per esprimere il proprio voto, in occasione del Congresso Regionale, per l’elezione del nuovo Segretario.

«In quest’occasione, per poter rinnovare il tesseramento 2018 e poter esercitare liberamente il diritto al voto, un gruppo di iscritti si è recato presso la sede del locale circolo ma le cose sono andate diversamente: è stato impedito loro di rinnovare l’iscrizione al partito, seppur in assenza di qualsiasi provvedimento degli organi competenti, nonostante fossero tutti presenti nella lista ufficiale degli iscritti ammessi al rinnovo delle tessere.

Conseguentemente è stato precluso loro di manifestare liberamente la più alta espressione democratica che si ricordi: il voto. Le motivazioni? Essere invisi ad alcuni membri del locale direttivo PD; un regolamento di conti insomma.

Non è stato sufficiente appellarsi al buon senso e soprattutto al regolare rispetto dello Statuto del Partito (che ricordiamo essere per genesi Democratico) di fronte al più sordo diniego, dettato, per stessa ammissione, da prese di posizioni personali da parte del Segretario (facente funzione), di qualche membro del Direttivo e del Sindaco.

Sabato 27 ottobre anziché celebrare uno dei più alti momenti di partecipazione civica della nostra democrazia si è persa un’occasione per superare una situazione difficile, facendo prevalere aspetti personalistici rispetto al bene del Partito, con un evidente risultato: un’affluenza dimezzata (87 voti espressi) rispetto a quella registrata in occasione del congresso provinciale di circa un anno fa (174 voti espressi).

Al termine del voto il delegato garante presente, congiuntamente agli interessati dal provvedimento di esclusione, ha presentato richiesta di annullamento del voto, rappresentando insieme a quanto già detto, altre irregolarità emerse nello svolgimento delle procedure di voto. È chiara la necessità di ripetere la votazione in forma corretta e solo dopo il pronunciamento degli organi competenti in merito al rinnovo delle tessere, affinché prevalgano le più elementari regole democratiche.

Gli iscritti esclusi

Annamaria Agnocchetti
Domenico Sbarra
Igino Agnelli
Enrico Gnisci
Ezio Gnisci
Letizia Bartocci
Luigi Minella
Stefano Grasselli
Vincenzo Grasselli»
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email