A Vignanello tutto pronto per l’avvio delle celebrazioni in onore di san Biagio e Santa Giacinta, i protettori del paese.

I festeggiamenti, che prevedono momenti religiosi e di grande spettacolo, sono organizzati dalla classe 1979, inizieranno mercoledi 31 luglio e si protrarranno per una settimana, con un calendario davvero ricco di eventi di diverso genere.

L’apertura sarà all’insegna delle risate, con la rappresentazione teatrale “Che tocca fa pe sposasse”, con la compagnia “Le Sarapiche” di Vasanello.
Dalla commedia alla grande musica: giovedi 01 agosto, in via dei Castagni, attesa per il “Rockom Vasco Tribute” con i mitici musicisti di Vasco Rossi: Alberto Rocchetti, “il lupo maremmano” e Andrea Innesto “Cucchia”.
Venerdi 02 agosto serata dedicata al glamour: in Piazza della Repubblica “Moda sotto le stelle”, una sfilata realizzata in collaborazione con le attività commerciali locali.

Sabato 3 agosto il suggestivo rito della Bengalata dai merli del Castello e domenica 4, dopo la tombolata in piazza, musica e cabaret con “I tre quattro”.

Lunedì 5 e martedì 6 i momenti più attesi: i grandi concerti gratuiti in piazza.

Quest’anno il comitato festeggiamenti, per accontentare il pubblico di ogni età, ha unito la novità e l’evergreen.

Lunedì 5 agosto a salire sul palco sarà Anna Oxa, una delle regine intramontabili della musica leggera italiana che, nel suo tour Voce Sorgente ha realizzato “Uno spettacolo irripetibile, lo spettacolo dell’acqua, lo spettacolo della voce che non passa due volte nello stesso canto…
Anna Oxa è una delle icone del panorama discografico nazionale, potendo vantare una carriera iniziata nel 1978 con l’album ” Oxanna “ ed il singolo “Un emozione da poco” , due vittorie al Festival di Sanremo (nel 1989 con Ti Lascerò, in duetto con Fausto Leali, e nel 1999 da sola con Senza Pietà) e collaborazioni del calibro di Fausto Leali, Ivano Fossati, Lucio Dalla, Rino Gaetano, Giorgio Gaber (unica donna) e Roberto Vecchioni.

Un successo quindi che dura da oltre quarant’anni.

Martedì 6 agosto, invece, sarà la volta dei Boomdabash.

Il gruppo nasce nel 2002 come classico jamaican sound system, fondato da Blazon, attuale deejay e produttore del quartetto e progressivamente cresce in un percorso di evoluzione artistica che sfocia nella realizzazione del primo lavoro ufficiale, “UNO” (2008).
Nel 2012 la prima grande consacrazione ufficiale con l’Hitweek Festival: i Boomdabash vengono scelti insieme ad alcuni big della musica italiana come i Subsonica e i Negrita per rappresentare l’Italia in un tour che tocca gli Stati Uniti, in particolare New York e Miami.
Da allora una serie di tappe importanti, tantissimi concerti e milioni di dischi venduti.
“Non ti dico no”, il singolo estratto dal disco in collaborazione con Loredana Bertè, è diventato in brevissimo tempo uno dei brani simbolo dell’estate del 2018 mentre l’ultimo uscito “Mambo Salentino”con Alessandra Amoroso è stato certificato disco d’oro dalla FIMI/GFK ed è già in Top 10 della classifica Top 50 Italia di Spotify e tra i 10 brani più trasmessi e suonati dalle emittenti radiofoniche nazionali.

Informazioni 331 372 1354 Fb festapatronivignanello.

Commenta con il tuo account Facebook