Notizie dal mondo della scuola: durante il periodo durissimo della pandemia, la scuola non si ferma. Alle Superiori si confermano i  PCTO (ex Alternanza Scuola Lavoro). La sigla recita  Percorsi per le Competenze Trasversali per l’ Orientamento: una modalità didattica che attraverso l’esperienza pratica aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini degli studenti, ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso di studio e di lavoro grazie a progetti in linea con il loro piano di studi.

Da ASL a PCTO: cos’è cambiato? I nuovi percorsi di qualità per la didattica alle medie superiori in Provincia di Viterbo nonostante la pandemia

Il Liceo Artistico “U. Midossi” di Vignanello, rilancia i PCTO, coniugando attività in presenza con incontri a distanza ,mettendo al primo posto le esigenze dello studente e la qualità del percorso: quest’anno la 4°A dell’ indirizzo Multimediale inaugura un PCTO  in collaborazione con Cinecittà S.p.A e l’Archivio Storico Luce e raddoppia con un in gemellaggio: coinvolto quindi il Liceo Artistico EPN di Rieti.

Nel progetto “Dialogo tra due province dell’alto Lazio” l’obiettivo è generare uno scambio, attraverso la produzione di contenuti audiovisivi e grafici inediti, tra Rieti e Viterbo, due province vicine ma che non si conoscono abbastanza. “Abbiamo immaginato che potessero essere proprio alcuni adolescenti reatini e viterbesi ad interrogarsi sui propri territori e su quelli vicini e a condividerne una narrazione visiva tra analogie e divergenze”, ci racconta Andrea Scappa, di Luce per la Didattica ,Tutor esterno del progetto. Nodo tematico, oggetto di studio, riflessione e rielaborazione, la presenza dei laghi e il rapporto con le province in cui si trovano: parliamo del iLago del Salto e del Turano per la Sabina e il Lago di Vico per la Tuscia.

Gli studenti delle due province laziali racconteranno per immagini il proprio territorio: un paesaggio mutevole e stratificato, denso di storia e le relazioni tra chi lo abita o lo attraversa.

Appuntamenti quidi in presenza, anche fuori dal contesto scolastico oppure nei luoghi di indagine con momenti di approfondimento insieme ad esperti e studiosi come Andrea Sasso e ad Armando Di Marino della Riserva Naturale del Lago di Vico e Gilda Nicolai, docente dell’Università della Tuscia. Il gruppo di studenti del Liceo “U. Midossi” verrà guidato nella prima fase, da Patrizia Cacciani, Responsabile Ufficio studi ricerche, didattica e biblioteca dell’Archivio Luce, tra il patrimonio fotografico e cinematografico dell’Archivio Storico Luce. Da febbraio a marzo, gli studenti avranno l’opportunità di partecipare a workshop teorici e pratici con fotografi e filmaker professionisti che guideranno i ragazzi in uscite esterne finalizzate alla produzione e alla sperimentazione fotografica al territorio circostante e al Lago di Vico. Successivamente gli studenti del Liceo Artistico di Vignanello e del Liceo di Rieti, si confronteranno con le loro narrazioni sul lago attraverso la fotografia, la grafica e il video; in quest’ ultima fase, gli studenti del viterbese e reatini, saranno impegnati nel PCTO per ideare la forma più adatta per una restituzione pubblica a giugno, possibilmente sui luoghi interessati. Il percorso verrà raccontato sul sito e sui canali social di Luce per la Didattica e sui canali social di entrambi i Licei coinvolti.

 

a cura del Team Comunicazione del Liceo Artistico di Vignanello

Articolo precedenteProvincia, il Presidente Romoli conferisce le deleghe ai Consiglieri
Articolo successivoAsl di Viterbo, attivato presso l’ospedale di Belcolle un ambulatorio dedicato alla donna in gravidanza con feto in presentazione podalica