Giovedì 15 novembre 2018, presso la Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare/Comando aeroporto di Viterbo, si è tenuta la cerimonia di consegna dei gradi ai 143 neo-Marescialli di terza classe appartenenti al 19° corso normale Zephir.

La cerimonia, presieduta dal Comandante della Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare e dell’Aeroporto di Viterbo, Colonnello Leonardo Moroni, si è svolta alla presenza delle autorità civili e militari di Viterbo e familiari dei neo-promossi Marescialli.

A testimonianza del solido vincolo di vicinanza tra la cittadinanza di Viterbo e la Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare, la consegna dei gradi è stata effettuata dalle autorità presenti, personalmente al Capo Corso, al Vice Capocorso, ad alcuni allievi ritenuti particolarmente meritevoli e simbolicamente all’intero Corso Zephir. Tutti gli altri allievi, come da tradizione, hanno ricevuto il grado di Maresciallo di terza classe direttamente dai propri familiari.

Particolarmente emozionante è stata la consegna della sciabola d’onore al capocorso, da parte del Dottor Massimo Mecarini, Presidente del sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, sulla quale è stata incisa una rosa, simbolo del Sodalizio stesso.

Per il Comandante dei Corsi da oggi “…..Cambia definitivamente il vostro status ma non i valori di riferimento che avete abbracciato scegliendo la vita militare: dovere, disciplina e onore…”

Il Presidente Capo dei Sottufficiali, graduati e truppa dell’Aeronautica Militare, Luogotenente Giovanni Palantra del 36° Stormo di Gioia del Colle, ha rimarcato: “…I gradi che riceverete oggi rappresentano il primo gradino di una scala che vi porterà ad avere compiti di responsabilità nella nostra Forza Armata. L’esempio che darete, sarà il metro del vostro valore”.

Per il Comandante, i Marescialli del Corso Zephir “….Oggi vivete un momento importante della vostra vita…Sono certo che saprete contribuire con passione, onestà e lealtà al raggiungimento degli obiettivi e delle nuove sfide che attendono l’Aeronautica Militare. Spirito di servizio che metterete a disposizione della Forza Armata e del Paese…”

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email