Circa 2000 studenti degli isituti scolastici viterbesi hanno invaso ierimattina la città per partecipare alla manifestazione “Giovani e colori-educare l’amore”, organizzata dall’associazione Juppiter e promossa dal Comune.
Partiti da piazza San Sisto verso le ore 9,00, il corteo dopo aver percorso Via Garibaldi e Via Cavour in piazza del Plebiscito si sono divisi ed una parte ha invaso Piazza delle Erbe. Gli studenti hanno mostrato a tutti con striscioni colorati il messaggio “salvaguardia dell’ambiente, inclusione e rispetto reciproco, in particolare nei confronti del gentil sesso”. Poi armati di gessetti colorati, hanno dato colore al grigio peperino delle strade. Quindi tutti di nuovo uniti in Piazza del Comune dove il Sindaco Arena li ha salutati tra musiche e cori. Incuriosito di tanta allegria il prefetto Bruno si è affacciato alla finestra del suo ufficio e i ragazzi hanno intonato in coro: scendi scendi.

Il rappresentante del Governo a Viterbo, non si è fatto pregare ed è salito sul palco dove aveva preso posto a fianco del Sindaco Arena il vescovo Lino Fumagalli, il Questore Massimo Macera il colonnello domandante Provinciale dei Carabinieri Giuseppe Palma, il colonnello comandante de provinciale della GdF Giosuè Colella, l’assessore ai servizi sociali Antonella Sberna il consigliare comunale Paola Bugiotti e il consigliere Valter Rinaldo Merli.

Dopo che il Vescovo ha invitato i giovani a prendere esempio dal leone simbolo a difesa della nostra bella città “noi con voi – ha sottolineato – dobbiamo difendere l’amore in tempi difficili come quelli che stiamo vivendo”.

A questo punto il Prefetto Bruno ha invitato gli ospiti sul palco ad inviare un messaggio ai giovani presenti che hanno accolto i suggerimenti con acclamazione. La Juppiter poi ha assegnato un premio alla Dirigente della Canevari Paola Bugiotti per lo striscione più bello e significativo realizzato dai suoi studenti.

Un perfetto servizio di ordine pubblico a cui hanno partecupato Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Polizia locale ha permesso lo svolgimento della magnifica manifestazione senza alcun problema.

Giancarlo De Zanet

Commenta con il tuo account Facebook