Piazza dei Priori

Confronto, riflessione, progetti, proposte e brindisi per gli auguri di Natale. Un proficuo incontro quello di lunedì scorso a Palazzo dei Priori tra le associazioni di protezione civile del territorio comunale e l’amministrazione.

Ad accogliere presidenti e rappresentanti delle associazioni sono stati il sindaco Giovanni Maria Arena e il consigliere delegato Antonio Scardozzi. Con loro anche il comandante della Polizia Locale Mauro Vinciotti. “Durante l’incontro – ha spiegato il consigliere Scardozzi – abbiamo illustrato l’attività svolta durante quest’anno che sta per concludersi. In questi mesi è stato attivato 12 volte il COC – Centro operativo comunale -: sei volte in occasione di importanti manifestazioni, cinque volte a causa del maltempo nei mesi invernali, una volta per l’ondata di calore la scorsa estate.

Durante l’incontro abbiamo parlato anche della brochure informativa riguardante l’emergenza neve, che verrà distribuita a tutte le famiglie del territorio comunale. Un passaggio è stato fatto anche sull’aggiornamento del piano emergenza del Comune di Viterbo.

Il prossimo anno – ha aggiunto il consigliere Scardozzi – continueremo a lavorare inoltre sul CLE – condizioni limiti di emergenza – in materia di eventi sismici. Tra i progetti da portare avanti e concretizzare anche la realizzazione della cartellonistica informativa e la segnaletica luminosa, entrambe riguardanti situazioni di emergenza”.

Al termine dell’incontro c’è stato il momento del brindisi per gli auguri di Natale. Quello è stato anche il momento dei ringraziamenti da parte del sindaco Arena: “La città vi ringrazia per la preziosa attività che portate avanti sul nostro territorio. Attività di volontariato portata avanti “sul campo”, in diverse situazioni, tra cui le emergenze legate al maltempo. Grazie per il tempo che dedicate alla vostra e nostra città”.

Tra i presenti anche il presidente della Croce Rossa Italiana – comitato di Viterbo – Marco Sbocchia ed Anna Rita Petroselli, presidente di Net.Pro., il network di esperti tecnici per la protezione civile, composto da ingegneri, architetti, geologi, geometri, periti, archeologi, dottori in conservazione dei beni architettonici e ambientali, sensibili alla cultura del volontariato.